Archive for March, 2016

0

Tallarida e Muzaka bene in attacco

Un bel 3-0 all’Ulfila Boys (reti di Cobianchi, Vivian e Tellarida) riporta il sorriso nelle giovanili biancomalva.
Ieri sera Tallarida e Muzaka si sono mossi bene in attacco e possono avere qualche margine in quel ruolo. Specialmente il primo, vista l’abilità aerea.

0

Amichevole infausta: Amorese fa crack

Luigi Amorese doveva giocare solo 20 minuti, a centrocampo, nell’amichevole odierna disputata allo Stadio del Borgo contro il Vv Kansloos (VI Serie olandese). Ne erano passati appena 14 quando la sua caviglia ha fatto crack. Ed ora spetta al dottor Gian Maria Feliciano l’impresa impossibile di farlo tornare in forma, o quantomeno schierabile, entro sabato, per non fargli perdere la sua prima partita ufficiale in biancomalva. Altrimente potranno fregiarsi del titolo di “sempre presenti” solo Salvatore Leonetti e Lewis Grantham.
L’amichevole si è chiusa sullo 0-3 per gli olandesi, ma è servita ad allenare in regia diversi giovani.

0

Ragazzi in amichevole: qualche delusione

Si sperava in qualche sorpresa positiva, dai “muletti”. E invece sia Muzaka, sia Tallarida, sia De Falco si sono rivelati, purtroppo, deludenti nei ruoli testati nell’amichevole odierna (vinta 3-1 contro i polacchi dell’EnergiaJuniors). Muzaka e De Falco non hanno difesa, Tallarida non ha regia.
«Domani nel torneo ufficiale testeremo ruoli e soluzioni più offensive», promette Bellavia. Agli annali, nella giornata odierna, restano le reti di Vivian (doppietta) e De Martini.

0

La battaglia con la capolista si chiude sul 4-4

Quattro a quattro. Potrebbe essere il titolo di un film. Il Borgomalva F.C. ha fermato la capolista Pirates Tortoreto, strappandole il primo punto della stagione, al termine di un match pirotecnico conclusosi sul 4-4. Una bella soddisfazione che, tuttavia, è accompagnata da un pizzico di rammarico: se una squadra meritava qualcosina di più, probabilmente, era quella biancomalva.
Il mister Tardini, tuttavia, accetta il verdetto del campo: «È stata una battaglia e sono orgoglioso di quanto espresso dai ragazzi. Abbiamo dimostrato che l’attuale quarto posto in classifica è bugiardo. Complimenti ai Pirates, che hanno indubbiamente qualità.
I “muli”, schierati con il 2-5-3 con quella che è forse la miglior formazione possibile (Cesare Vestri in campo, sacrificato Pologea), hanno basato la gara su un netto predominio in fase d’impostazione, lasciando qualcosa in attacco e in difesa. Assai solido il 3-5-2 degli abruzzesi, con la stella norvegese Villy Moen in mezzo al campo e il capocannoniere rumeno Tudor Şuşu a far valere la sua potenza in attacco, marcato a uomo da Amorese.
L’avvio è stato tutto biancomalva. Ilić, nel ruolo sempre più gradito di centrocampista, ha sfruttato subito un inserimento centrale e sorprende i Pirates al 4′: 1-0. Un’occasione sciupata da Amorese ha fatto da preludio a una punizione di seconda ben congegnata: palla filtrante per Pangallo e 2-0, al 18′.
I Pirates riordinano le idee, puntano secco alle fasce laterali e ottengono la loro prima rete con un cambiamento di gioco sulla destra, che mette in condizione l’ala tedesca Fabian Heidekamp di trovare il 2-1 al 21′. Poco dopo, al 26′, sempre sulla stessa fascia, è l’altro esterno, l’ungherese Imre Juhász, a sfondare. È evidente che Luigi Amorese, troppo preoccupato di controllare il centravanti Şuşu, soffre moltissimo sulla sua fascia di competenza.
Al riposo sul 2-2, Tardini può confidare su un 55% di possesso palla. E, al 51′, arriva il rigore del 3-2, realizzato con freddezza da Bonetti. Stefanelli non riesce a concretizzare ed è un peccato, perché tra il 60′ e il 65′, il Tortoreto mostra perché è in testa alla classifica con il Paliano: segnano ancora Juhász e la seconda punta Van Oel, per un pericoloso sorpasso: 3-4.
Da uomo esperto qual è, è Grantham a fissare, appena un minuto dopo, il punteggio sul definitivo 4-4.
In classifica il Paliano F.C., fermato in casa dal Forlimpopoli (2-2), non approfitta del mezzo passo falso dei Pirates. Ecco la nuova graduatoria: 1º Pirates Tortoreto, Paliano F.C. 16 punti; 3º A.C. Forlimpopoli 13; 4º Borgomalva F.C. 10; 5º Fortitudo Torrile 9; 6º Vejogo, Italian Stars 3; 8º Pandora Bull 0.

0

La testa di Tallarida fa “dimenticare” l’età

Si chiama Manuele Tallarida, è di colore, ha già 16 anni e 100 giorni, però è molto bravo di testa ed è già un crossatore insufficiente (potenzialità accettabili).
Tanto è bastato, al vivaio biancomalva, per accordargli una chance su raccomandazione di Fabio Trequattrini. Ha lasciato il gruppo Piermarco Pibia.

0

Andalusia con furore: botte e indicazioni

Il viaggio in Andalusia si è concluso con una sconfitta, d’accordo, ma Simone Bellavia ha avuto parole dolci per i suoi ragazzi sul pullman del ritorno.
Il Borgomalva Junior ha perso 4-3 sul campo dell’Ulfilas Boys, ma ha messo in mostra carattere e qualche indicazione interessante.
Likan Muzaka ha totalizzato 6 da centrocampista: si può lavorare con lui anche in regia, anche se all’ala è decisamente più efficace. Enrico De Falco, il veloce ragazzino, non diventerà mai un grande attaccante (massimo insufficiente) né tantomeno un centrocampista (4), ma la sua specialità gli garantisce comunque un futuro.
Nella battaglia spagnola si è fatto male Bassi, mentre Lombisani ha rimediato un rosso. Le reti sono state realizzate da De Martini di testa, Vivian (6,5 come attaccante) e Caserio.

0

Uscita a testa alta dall’ultima Coppa

La Coppa degli Appennini di VIII Serie non avrà un seguito, per il Borgomalva F.C.: abbinati a una squadra più forte, l’F.C. Parchino, per di più in trasferta (in Toscana), gli uomini di Tardini hanno dato tutto ciò che avevano. Ma è stato sufficiente solo per un’impresa sfiorata, per una rimonta incompleta, per un’uscita dignitosissima. A testa alta.
Il 4-3 – con reti di Bonetti (su rigore), Ilić e Stefanelli – è giusto: il Parchino è stato leggermente superiore a centrocampo, nonostante il rientro dell’acciaccato Curinga e di Monda, ma soprattutto aveva un’ampia predominanza difensiva, che più di tre reti non poteva certo concedere.
Ora ci si concentra sul campionato: sabato arriva al Borgo la capolista Pirates Tortoreto e i biancomalva vogliono fare di tutto per renderle la vita difficile.

0

Leonetti ristabilisce i valori in campo: 1-2 in Emilia

A Torrile, in Provincia di Parma, il Borgomalva F.C. si è presentato con una formazione rimaneggiata, segno che anche la Coppa Appennini di VIII Serie (che vedrà i biancomalva impegnati martedì in casa del F.C. Parchino) è un obiettivo importante, per la società. Al punto da rischiare un pochino in campionato.
Certo è che, visti i valori in campo, tornare a casa senza i tre punti sarebbe stata una beffa. Il vantaggio firmato al 36′ da Aleksandar Ilić sembrava aver instradato la partita con la Fortitudo Torrile sui giusti binari. Il pareggio ad opera del miglior giocatore avversario, il 18enne terzino Tommaso Guerreschi, su punzione, al 49′, ha obbligato i “muli” a una ripresa di sofferenza. L’infortunio a Curinga (per fortuna lieve), un errore di Leonetti e un’occasione importante per Duan Shuwei hanno fatto correre parecchi brividi lungo la schiena dell’allenatore Tardini. L’ingresso di Grantham per Ilić, tuttavia, ha dato ulteriore peso all’attacco. E il guizzo vincente di Leonetti all’84’ ha dato al punteggio (1-2) una dimensione più equa e corretta.
In classifica il Borgomalva sale a 9 punti, distanziando la Fortitudo Torrile che resta a 6. Davanti ai “muli” restano Pirates Tortoreto e Paliano (a punteggio pieno, 15 punti), più il Forlimpopoli (a 12). Sabato, allo Stadio del Borgo, il big match contro i Pirates.

0

L’altro pupillo di Fossati: il veloce De Falco

Lo scout Felice Fossati è entusiasta: anche questa settimana ha portato un potenziale “gioiellino” al vivaio biancomalva, trovando sui campetti del Piemonte un ragazzino di 15 anni e 25 giorni, Enrico De Falco. «È veloce quanto giovane» evidenza Fossati.
Al momento, però, De Falco deve dimostrare di valere: è debole in attacco e potenzialmente debole in cross. «Ma i margini di crescita ci sono senza dubbio», sostiene il suo mentore, forse un po’ troppo sicuro di sé.
Ha lasciato il suo posto nel gruppo dei “muletti” Vincenzo Acquaroli.

0

Muzaka, super debutto: doppietta e 7 in pagella

Ci si aspettava una sconfitta, per il Borgomalva Junior, visto che Simone Bellavia sperimentava ieri sera il 5-3-2, per allenare Difesa e Cross.
Invece, nella seconda gara del torneo “Los caballeros del mundo loco”, i muletti hanno avuto facilmente ragione, per 5-2, di un gruppo di ragazzi che hanno sostituito gli sloveni del Athletic Club Kamno U-18, che non si sono presentati a Borgomalva.
Per la cronaca, le reti sono state del debuttante Likan Muzaka (doppietta), di Lorenzo Lombisani su rigore, di Vincenzo De Martini e di Piermarco Pibia. Ma ciò che ha davvero entusiasmato il tecnico del vivaio biancomalva è la prestazione di Muzaka, già capace di esprimersi da 7 all’ala!