Archive for May, 2016

0

Battaglia nel fango con il Frankfurt: ko Pangallo

Le amichevoli di questa fase preparatoria lasciano dietro di loro una scia di infortunati. La sfida con i tedeschi del Go Ahead Eagles Frankfurt (V Serie) si è trasformata in una vera battaglia: complice lo scontro fortuito di gioco in cui si è fatta male seriamente una giovane promessa della squadra di casa, il 18enne August Willegger, che resterà fuori per un mese.
Gli animi si sono scaldati: Bonetti ha giganteggiato nel fango, i tedeschi hanno cercato in ogni modo di umiliare i biancomalva (hanno vinto meritatamente 0-4) ma, al 76′, sono andati oltre. Scivolata energica di Sebnitz e infortunio per Nicola Pangallo, per fortuna non grave.
Finisce in rissa, con il tedesco Naujokat che guadagna anzitempo gli spogliatoi dopo un “rosso” diretto.

0

Junior, completato il ciclo di difesa?

Con l’amichevole vinta oggi, per 3-2, contro i russi dello State Duma, Likan Muzaka (debole) e Manuele Tallarida (insufficiente) hanno completato il loro ciclo di allenamenti in difesa.
Resta però da completare in questo fondamentale uno dei giocatori migliori del vivaio, Corrado Pasinato. Sarà interessante vedere le scelte di Simone Bellavia al riguardo.
Giovanni Carnemolla continua a dimostrarsi un potenziale difensore: anche il 5 a centrocampo va letto in quest’ottica. D’Occhio e Buggea sono stati allenati in cross come ali.
Sono andati in gol De Martini, Vivian e De Falco.

0

Infulati alle Baleari, Pegurri invenduto

«Me ne vado senza alcun rimpianto». Nicola Infulati non le manda a dire. Il ventenne centrocampista del Borgomalva F.C., primo giocatore del club a essere ceduto, saluta con polemica: «Qui non ho mai trovato spazio e ho visto giocatori inferiori a me passarmi davanti. Vado in Spagna, dove ho trovato un club che saprà valorizzarmi».
Infulati è stato ingaggiato, per 1.000 euro, dal Poblense23, neonata formazione delle isole Baleari subito promossa d’ufficio in VII Serie: «Sarà durissima ma credo nel progetto di squadra».
Nessun acquirente è stato invece trovato per Angelo Pegurri, l’altro biancomalva sul mercato. Resterà in rosa o sarà nuovamente messo in vendita?

1

Fuori dal trofeo: «Sconfitta che fa riflettere»

«Nessuno potrà accusarci di avere invitato squadre materasso per poter vincere il trofeo». Usa l’ironia, il presidente Giorgio Mulora, per commentare la sconfitta nella semifinale della Coppa del Mulo. Troppo, il divario tra il Borgomalva F.C. e il Fùtbol Club de Pur: «I ragazzi si sono ben comportati, contenendo la sconfitta entro termini onorevoli. Ma è chiaro che siamo molto lontano dal livello di certe pari categoria abili sul mercato».
I lombardi hanno vinto 2-4 nonostante un orgoglioso Borgomalva sia riuscito addirittura a portarsi in vantaggio per 2-1, con reti di Pangallo e Curinga. «Abbiamo segnato nel loro momento migliore – commenta il coach Tardini -. Poi loro sono un po’ calati, come tutte le squadre con una media d’età elevata, ma noi non siamo più riusciti a impensierirli».
«Dobbiamo riflettere – ha concluso il presidente Mulora -. Robbiati, l’esordiente, si è mosso bene, ma ci serve un altro tipo di giocatori per fare il salto di qualità».
Nell’altra semifinale della Coppa del Mulo, successo atteso per 1-3 dell’A.C. Milan United sui Shaddini.

0

Cobianchi: «Punto all’università, niente prima squadra»

Antonio Cobianchi è stato il primo ragazzo “draftato” dal settore giovanile del Borgomalva: insufficiente in cross, con potenziale pressoché interamente sviluppato. Purtroppo non ha rivelato altre doti particolare, tranne una spiccata imprevedibilità, quindi si è giunti oggi a un bivio: promozione senza grandi possibilità di vendita o di allenamento oppure fine della carriera.
«Ho optato personalmente per concludere qui l’avventura – ha affermato Cobianchi -. Voglio iscrivermi all’università e so che gli studi sarebbero incompatibili con l’impegno richiesto da una prima squadra, soprattutto per chi parte indietro come me. È stata una bella esperienza, ma è finita qui».
«Se tutti i ragazzi fossero seri e responsabili come Antonio il mio lavoro sarebbe più facile», ha affermato il suo allenatore Simone Bellavia, che l’ha schierato 12 volte in gare ufficiali (Cobianchi ha segnato anche due reti).

0

Attesa per le semifinali della Coppa del Mulo

Inizia tra meno di un’ora la prima edizione della Coppa del Mulo, trofeo messo in palio dal Borgomalva F.C.. Si tratta di un quadrangolare a eliminazione diretta.
I ragazzi di Benedetto Tardini affronteranno alle 18,35 la Dinamo Tovan, formazione lombarda di VIII Serie che ha appena cambiato nome in Fùtbol Club de Pur.
Quella del presidente Lee Tovan è una formazione attivissima, sia nei tornei sia nelle scalate (nonché sul mercato). Il suo assetto tattico preferito sembra essere il 3-4-3, ma non sono escluse sorprese. Diversi i giocatori di buon livello: molta curiosità nel borgo per vedere all’opera il centrocampista slovacco Hubert Stražovan, uno degli ultimi arrivati.
Bendetto Tardini cercherà di disporre al meglio i suoi ragazzi: tutti a disposizione al di fuori di Guido Del Nero, infortunato.
Nell’altra semifinale del torneo, sfida interessante tra Shaddini (VIII Serie italiana) e la favorita A.C Milan United, formazione neo-promossa nella III Serie delle Isole Faroe.

0

“Muletti” a sorpresa: due successi su due

Il blasone degli avversari lasciava presagire un bagno di sangue ad ogni partita. E invece i “muletti” stanno sorprendendo tutti, mettendo in mostra bel gioco e concretezza.
Nella seconda giornata del campionato _A League_ i ragazzi di Bellavia hanno strapazzato 6-1 i russi del Bratsk Icicles, con doppietta di De Falco e reti di Muzaka, Tallarida, D’Occhio e Buggea.
Interessanti le indicazioni offerte da Buggea all’ala (6,5) e anche dal debuttante Carnemolla in difesa (6). Sempre deludente Borredon: non è neppure un uomi di fascia.

0

Tutto il peggio: 1-7 e infortunio a Del Nero

Per molti, questo sarà l’anno di Guido Del Nero. Il più cresciuto, il più prezioso. Ma a giudicare dalla prima amichevole in vista della stagione 62, il giovane trequartista biancomalva è partito con il piede sbagliato: intervento falloso del nigeriano Dwight Abacha e infortunio di media entità.
È stato il momento peggiore di un’amichevole pessima: il Borgomalva è stato messo sotto dai finlandesi dell’Hot (VI Serie), finendo per perdere 1-7. L’unica rete è stata realizzata da Amorese.
Tardini ha chiesto ai ragazzi di concentrarsi sul passaggio. Ma finalizzare e difendere sarebbero azioni altrettanto importanti.

0

Infulati e Pegurri sul mercato

Se il “sacrificio” di Nicola Infulati era nell’aria, visto che il 20enne centrocampista non era mai andato davvero a genio allo staff tecnico del Borgomalva, la messa in vendita di Angelo Pegurri sorprende: il 22enne universale era diventato pressoché titolare nel finale di stagione.
In ogni caso, la ratio con cui si sta muovendo il presidente Giorgio Mulora è piuttosto chiara: occorre fare spazio a giocatori con specialità, provenienti dal vivaio o dal mercato, cedendo gli unici atleti che possono interessare altri club.
E chissà che Infulati e Pegurri non riescano davvero a trovare altri palcoscenici su cui esibirsi.

0

Carnemolla non suscita entusiasmi

Delusione, nel clan biancomalva, per la mancanza – questa settimana – di un buon prospetto da ingaggiare. Alla fine sarà “provinato” Giovanni Carnemolla, un ragazzo torinese di 16 anni abbondanti, debole in cross e potenzialmente insufficiente in passaggi.
«Questa volta non ci credo neppure io», allarga le braccia sconsolato lo scout Alessandro Ruzzi.