Archive for January, 2017

0

“Muletti” debordanti nel derby italiano

Una delle più brillanti interpretazioni di sempre. Il Borgomalva Junior va a vincere in Veneto 0-8, schiantando la Fulgor Under 17 nel derby del campionato AAA Best Series, che conclude così in bellezza.
Stimoli festeggia le doppiette di Musi, Gaetano e Ferri, oltre alle reti di Bragone e Magatti. Molto deludente, purtroppo, la prova di Barlocco in regia: è probabile che l’ultimo arrivato non abbia le stimmete del campione.

0

2ª giornata – Bonetti trascinatore, Borgomalva perfetto

Antonio Bonetti ha vissuto oggi la sua migliore giornata di sempre in biancomalva, segnando una tripletta favolosa nella prima ora di gioco di Borgomalva-Baby Team, poi conclusasi sul 6-0. Una gara giocata in modo perfetto dai ragazzi di Lewis Grantham, capaci di condurre il gioco costantemente, di superare la munitissima difesa ospite e di rintuzzare ogni contropiede avversario.
Grantham ha azzeccato ogni mossa: Parolini titolare in porta al posto di uno spento Morales (che può comunque rifarsi in Coppa delle Alpi), difesa a due con Gabellone (rilevato al 75′ da Mangini) e Natov, centrocampo con atleti offensivi come Ilic e Del Nero e un equilibratore come Di Biagio, Levorato e Bonetti a far danni sulle ali, tridente d’attacco formato da Stefanelli-Gottarelli-Leonetti.
I neroverdi siciliani, retrocessi dalla VI Serie, si sono affidati a un 5-2-3 con delle potenzialità, ma da affinare.
È stato un match molto diverso da quello – agevolissimo – di sette giorni fa. Qui l’avversario era bello tosto, ma i “muli” sono eguarlmente riusciti a dilagare e a non subire reti. Dopo l’hattrick di Bonetti (un gol su rigore e uno su punizione) hanno timbrato il cartellino Levorato, Gottarelli e Del Nero.
In classifica il Borgomalva guida appaiato al Vickymonza, grande favorito per il titolo, a 6 punti; seguono il FC Ciapafusal a 4; il Real Caturano e I Famosi Pazzi a 3; il Los Santos UC a 1. Fermi a 0 Baby Team e Fbc Castelvetro.

0

Scoperto a Recco Lorenzo Barlocco

Qualche malalingua giù ventilava che Benedetto Tardini stesse svernando in Liguria mangiando focaccia di Recco e bevendo Vermentino. Invece l’ex-allenatore biancomalva, oggi scout, ha finalmente trovato l’oggetto dei suoi sogni: si chiama Lorenzo Barlocco, ha 15 anni e 106 giorni, è un elemento complessivamente insufficiente, già insufficiente in passaggi e potenzialmente insufficiente in attacco.
Prende il posto lascianto alcuni giorno fa da Lucio Piastrelli.

0

Lucio Piastrelli, avventura durata un minuto

È bastato un minuto di partita per sancire il destino di Lucio Piastrelli. L’ultimo arrivato nel Borgomalva Junior aveva una sola possibilità, impressionare in attacco: la cosa non è avvenuta e lo staff guidato da Antonio Stimoli ha deciso di ringraziare il ragazzo e di lasciarlo libero.

0

Pareggio con sei reti nel derby piemontese

Partita divertente, fra FCG Articolo 11 e Borgomalva Junior, che hanno dato vita a un rocambolesco 3-3 nel derby piemontese valido per il torneo giovanile AAA Best Series.
I “muletti” sono andati in vantaggio 0-2 con doppietta di Mauro Li Causi. Raggiunti e superati dagli avversari, i biancomalva hanno ottenuto un sacrosanto pareggio nel finale, con Piersandro Guzzi.
Nessuna sorpresa positiva in attacco da Lucio Piastrelli, mentre Sergio Ferri, Gaetano Musi e Mauro Li Causi mostrano di essere promettenti.

0

Piccolo capolavoro in Coppa delle Alpi (Gottarelli doppietta)

L’esordio stagionale in Coppa delle Alpi VII Serie coincide con un piccolo capolavoro del Borgomalva F.C.: solo così si poteva uscire vittoriosi dallo Stadio Mario Spinetti di Napoli, sede del Piazzetta F.C.
La vittoria per 0-2 è frutto di una grande prestazione impostata su difesa e contropiede. Nel 5-4-1 plasmato da Grantham grande importanza rivestiva Patrizio Gottarelli, unica punta, che era chiamato a sfruttare le poche palle che gli sarebbero giunte. Missione compiuta, grazie a una bellissima doppietta tra il 47′ e il 49′.
«Avevamo grande rispetto per gli avversari e sapevamo che ci avrebbero sovrastato a centrocampo. Giocando in questo modo, però, abbiamo concesso pochissimo e massimizzato le nostre possibilità di successo», afferma Luigi Monda, che in questa stagione sta vivendo di nuovo un ruolo da protagonista, come centrocampista verso l’ala.
Nel prossimo turno di Coppa delle Alpi, il Borgomalva F.C. sarà nuovamente in trasferta, questa volta in Liguria, atteso dall’ostico Mancunian.

0

1ª giornata – Stefanelli ne fa cinque, Borgomalva dilagante

Era dai tempi dell’VIII Serie che il Borgomalva F.C. non metteva sotto in questo modo un avversario. Cinque reti di uno scatenato Stefanelli, undici in totale (hanno segnato anche Pasinato, Boccalatte, Del Nero, De Martini, Robbiati, Lombisani), sul campo del FCB Castelvetro, formazione modenese purtroppo allo sbando.
«Abbiamo fatto il nostro dovere, preservandoci per la Coppa delle Alpi, a cui teniamo molto, e aumentando la fiducia in noi stessi», ha dichiarato Patrizio Stefanelli, giustamente “premiato” con l’apparizione in conferenza stampa. Accanto a lui Guido Del Nero, che sta cercando di recuperare la forma migliore: «Un allenamento utile, ma sarebbe assurdo illuderci. Quest’avversario non può essere un metro di paragone, ben altre sfide ci attendono».
A partire da martedì, in Coppa delle Alpi VII Serie. «Per preparare al meglio la trasferta a Napoli con il Piazzetta ho tenuto a riposo diversi giocatori – ammette l’allenatore Lewis Grantham -. Come giocheremo? E pensate che vengo a dirlo a voi?»

0

Settimana deludente per gli scout

Peggio di così non si poteva. Tutti e tre gli scout, stamane, hanno presentato delle candidature davvero mediocri, per il Borgomalva Junior. Alla fine, come sempre avviene in questi casi, si è deciso di ingaggiare comunque il valdostano Lucio Piastrelli, che però, per età e talento, sembra destinato a essere presto scartato. Per fagli posto, comunque, è stato escluso Ruben Guido.

0

Da 0-4 a 4-4: “muletti” con grinta, anche in amichevole

Quando si gioca in amichevole, soprattutto a livello giovanile, il risultato non conta nulla. Rimontare da 0-4 a 4-4, però, indica che il gruppo ha gli attributi. E questo, per Antonio Stimoli, è un’ottima notizia.
Contro i Rhino´s, formazione tedesca, i “muletti” hanno messo in mostra un Li Causi da 5,5 all’ala e un Musi da 6,5 in attacco. In rete Gaetano, Branca e due volte Li Causi, negli ultimi due minuti.

0

L’orgoglio biancomalva vale solo il supplementare

Prima la rabbia per un rigore dubbio spezza-gambe, dopo una battaglia orgogliosa. Poi il riconoscimento dei meriti dell’avversario. Infine il mea culpa per i suoi errori. Lewis Grantham non è mai uno da dichiarazioni banali, in conferenza stampa. Figuriamoci dopo una delle più combattute e significative partite dell’intera storia del Borgomalva F.C.
I biancomalva sono usciti sconfitti 3-1, ai tempi supplementari, sul terreno del Gran Torino F.C.. La Coppa Italia di VII Serie termina dunque al primo turno. L’arbitro elvetico Jan Haus ha sulla coscienza contestato penalty, ma in precedenza ha graziato Di Biagio, autore di un intervento da cartellino… arancione. Grantham l’ha guardato in cagnesco, a fine gara, poi però l’ha cercato per dargli la mano e scusarsi.
Poi si è presentato così ai giornalisti: «Siamo stati sfortunati nell’abbinamento del primo turno di Coppa. In trasferta, sul terreno di un’avversario di grande valore. Qualcosa dovevamo inventarci. Le ho studiate tutte, poi ho optato per un 5-4-1 contropiede». Un inedito, nelle gare ufficiali dei “muli”.
Il neoacquisto Nikolay Natov è subito promosso capitano, posizionato nella difesa a cinque, sul centrosinistra, a sostegno di Gabellone terzino offensivo. La linea dei difensori è completata – dal centro verso la destra – da Mangini, Di Biagio e Bonetti. Un bel quintetto, in grado di lanciare il contropiede a livello titanico. In mezzo, Grantham ha optato per tre centrocampisti (Ilic, Curinga e il redivivo Monda, come esterno in aiuto dell’unica ala Lavorato). Infine Gottarelli unica punta, a creare spazi e a lottare come un leone. Sacrificato, in modo abbastanza clamoroso ma giusto, un Leonetti insufficiente di forma.
I padroni di casa, formazione del Trentino Alto Adige con una lunga storia di successi nelle categorie minori, rispondono con un 3-4-3 asimmetrico.
Il pallino del gioco è chiaramente in mano del Gran Torino, che al 34’ riesce a portarsi in vantaggio con una punizione di Israel. Il Borgomalva, però, reagisce con orgoglio, e al 37’ trova il pari con Gabellone: il 36enne sa di non avere i 90 minuti nelle gambe, ma è sempre un campione.
Nella ripresa, il Gran Torino attacca, Israel e Benedet Jr. falliscono due occasioni (il brasiliano coglie il palo), ma anche Levorato e Ilic hanno a disposizione un gran contropiede a testa, invano.
Il primo vero errore Grantham lo compie facendo subentrare Leonetti a Lavorato all’89’. Ermanno aveva ancora molto fiato e Leonetti, fuori forma e fuori ruolo (gioca ala esattamente come Lavorato), è meno incisivo. L’unico vantaggio è un pizzico d’esperienza in più.
I supplementari sono un tormento. Molti tra i “muli” sono in debito d’ossigeno: in primis Gabellone, Mangini e Natov, ma anche – purtroppo – Curinga e Monda in mezzo al campo.
Nenad Ðukić ha una grande occasione per Gran Torino al 100’, ma la sbaglia. Di Biagio ringhia su tutti, una sua brutta entrata su Tião Benedet Jr. gli costa il giallo: va peggio al brasiliano, che esce in barella.
Forse accortosi di aver commesso un errore, l’arbitro, al 110’, fischia un rigore al Gran Torino per un gioco pericoloso al limite dell’area. Il centravanti Menachem Israel calcia in modo perfetto e riporta avanti i padroni di casa. Grantham si sbraccia furibondo: si può perdere, probabilmente è anche equo, ma non per un episodio dubbio, dopo tanta orgogliosa sofferenza.
Il Borgomalva si disunisce e, al 114’, incassa il 3-1, ad opera di Maehder. Finale maledetto, con un serio infortunio a Salvatore Leonetti, sostituito da Stefanelli.
Ora si giocherà la Coppa delle Alpi VII Serie.