Archive for February, 2017

0

Il Borgomalva sperimenta il 3-4-3

Il desiderio di allenare in attacco il neopromosso gioiellino Anselmo Bragone (con Buggea e De Martini) ha spinto Lewis Grantham a sperimentare il 3-4-3. L’esito è stato soddisfacente: la formazione ucraina chiamata a fare da sparring partner (Ulitka, IV Serie) si è dimostrata morbida al punto giusto e il successo per i muli è stato completo. 3-1, con reti di Lombisani, Tallarida e Vivian.

0

Bene i “muletti” nell’amichevole con i polacchi

I polacchi del Caissa Academy Teams sono stati piegati 3-0 dai “muletti” nell’amichevole di oggi: doppietta di De Nuccio e rete di Gaetano.

0

Biancardi si gioca le sue possibilità

Placido Biancardi lo merita: dopo tanta dedizione, sempre disposto a fare da “tappabuchi”, lascia il Borgomalva Junior e tenta l’avventura tra i professionisti.
A 17 anni e 29 giorni non è certo precocissimo, ma la skill accettabile in passaggi e l’ottimo carattere potrebbero garantirgli almeno una chance.

0

Rosa da sfoltire: in vendita Monda e Sendic

La sconfitta sul campo del Real Caturano ha causato un piccolo terremoto in casa biancomalva. Il presidente Giorgio Mulora, in accordo con il tecnico Lewis Grantham, ha deciso di sfoltire la rosa, composta attualmente di 28 elementi. Dopo essersi confrontato con i giocatori che rischiavano di non giocare neppure in amichevole, ha messo sul mercato l’uruguaiano Mariano Sendic e soprattutto Luigi Monda, uno degli elementi del team primigenio.
«Entrambi meritano di continuare a giocare – ha commentato Mulora -. Soprattutto Monda, che a 26 anni è tutt’altro che un giocatore finito».

0

6ª giornata – Non basta Natov: Borgomalva ancora sfortunato

Un’altra sconfitta immeritata, in trasferta, chiude definitivamente ogni speranza di primo posto per il Borgomalva F.C., che ora dovrà impostare un campionato umile e modesto, programmando magari la prossima stagione. Il 3-2 maturato sul campo del Real Caturano non assume i contorni del “furto”, come il ko di quindici giorni fa, ma punisce eccessivamente la squadra che – tutto sommato – ha fatto di più per cercare la vittoria. «Non è stagione», allarga le braccia, scuro in volto, Lewis Grantham.
Le premesse erano diverse. In Campania, la passata stagione, finì 4-0, ma è passata molta acqua sotto i ponti e il Borgomalva è cresciuto più del Real. Grantham decide di giocarsela e cambia assetto: Del Nero torna a fare il trequartista, dietro Leonetti-Gottarelli, mentre a centrocampo c’è spazio per il bulgaro Natov, accanto a Ilic e Pologea. Morales è di nuovo titolare in porta.
Lo stadio è gremito, il cielo cupo. L’inizio dei padroni di casa è arrembante e il bomber Alfredo Moreno Clérigo timbra il cartellino al 5′. I “muli” sono tramortiti: serve l’esperienza di un campione. È Nikolay Natov, a suo agio nella posizione più avanzata, a firmare il pareggio e il sorpasso, di piede e di testa, tra il 16′ e il 19′.
La gara, però, si mantiene aperta e divertente. Passano appena cinque minuti e l’iraniano Younes Shadkami infila il 2-2. Poi Mpletsas fallisce il ribaltone, imitato – sull’altro fronte – da Gottarelli.
Il primo tempo si chiude su un equo 2-2. È nella ripresa che la buona sorte premia il Real Caturano. Shadkami indovina il rasoterra al 49′, riportando avanti i campani. Nonostante l’infortunio di Moreno Clérigo, sostituito dal 39enne Zarucchi, i campani addormentano il gioco, rischiano solo su spunto di Natov e addirittura falliscono il 4-2 in contropiede.
I cambi di Grantham, disposti per dare fiato nel finale ai più anziani (Gabellone e Natov sono rilevati da Di Biagio e Robbiati), non sortiscono effetto. La sconfitta è dolorosa, perché nella ripresa il Borgomalva avrebbe decisamente meritato di più.

Classifica: 1º Vickymonza 16 punti; 2º Real Caturano 12; 3º FC Ciapafusal, Los Santos 11; 5º Borgomalva F.C. 9; 6º I famosi pazzi 6; 7º Baby Team 4; 8º Fcb Castelvetro 0.
Marcatori: 1º Manuel García Moreno (Vickymonza) 8 reti; 2º Ottfried Härtling (I famosi pazzi) 7; 3º Dan Mecleş (FC Ciapafusal), Alfredo Moreno Clérigo (Real Caturano) 6.

0

Graziano Gioveni, tutto da scoprire

Quindici anni e 67 giorni, debole e completo in attacco, tutto da scoprire nelle altre skill. Graziano Gioveni, scoperto da Benedetto Tardini nella zona di Oneglia (Liguria), potrebbe essere un campione come una schiappa. «Io scommetto sulla prima opzione», asserisce convinto l’ex-allenatore della prima squadra biancomalva.

0

La sera di Anselmo Bragone: promosso!

Tutto l’ambiente aspettava da mesi questo momento: Anselmo Bragone ha completato la sua formazione nel settore giovanile del Borgomalva Junior e approda in prima squadra, con la prospettiva di restare e di essere allenato.
Il bomber del vivaio, 21 reti in 30 partite ufficiali, è un centravanti accettabile, bravo di testa, con secondarie insufficienti in regia e difesa (debole in passaggi e calci piazzati).
«Non vedo l’ora di conquistarmi uno spazio. Potermi allenare con il mio idolo Patrizio Gottarelli è straordinario», ha affermato la giovane “stellina”, scoperta in Valle d’Aosta da Fabio Trequattrini.

0

Poker in Cile, “muletti” convincenti

Il Borgomalva Junior cala il poker in Cile contro il Milagro II, raddoppiando il divario imposto agli avversari sette giorni fa in Italia.
Grande prova dell’esordiente Giancarlo De Nuccio, subito decisivo con una doppietta e capace di una prova da 6 all’ala (come Rivale, anche lui in rete). Ultimo gol di Piersandro Guzzi.
Regia e Cross i fondamentali allenati da Antonio Stimoli.

0

Giancarlo De Nuccio, bella scoperta!

Giancarlo De Nuccio potrà diventare un attaccante accettabile, è giovane (15 anni e 78 giorni) ed è già debole in passaggi. Niente male, la scoperta odierna di Benedetto Tardini, che ha cominciato a mettere a frutto i suoi viaggi nei campetti di periferia in Liguria.

0

Milagro! In rete anche Neritan Çuni

Il Milagro II ha assistito a un piccolo “miracolo”, nella gara odierna di torneo al Campo dei Muletti. Ha infatti segnato anche Neritan Çuni, il portierino italo-albanese che, in questo periodo, viene schierato da Antonio Stimoli in difesa per rifinirne le doti.
Oltre a lui, ha firmato il 2-0 contro i cileni un uomo che ha il gol nel sangue, Sergio Ferri: giocatore universale del futuro. Esordio del promettente Gian Carlo Rivale: 5,5 come ala.