7ª giornata – Battuto ma convincente, il primo Borgomalva di Bruchner

Senza scomodare i leoni di Highbury, si può perdere 3-2 e tornare a casa con buone sensazioni e una certa consapevolezza del proprio valore. È successo al primo Borgomalva targato Bruchner. Il nuovo allenatore dei “muli” ha subito dato un’impronta nuova alla squadra, grazie senza dubbio al suo carisma e a un nuovo acquisto destinato a far parlare di sé: il potente rumeno Lică Plugaru, ottimo difensore con capacità di impostazione ma soprattutto un sorprendente peso offensivo, ideale per eventuali assalti finali.
A Roma, contro The Haslets, Plugaru ha lasciato la difesa a quattro al 68′, con la squadra sotto di due reti: la sua mole ha aperto spazi in attacco, favorendo il gol del 3-2 di Pasinato e trovandosi addirittura la palla per il possibile pareggio. Non è entrata: ma quest’azione è la dimostrazione che questa strategia sarà applicabile anche in futuro.
Per il resto, la partita ha detto molto sin dalle formazioni iniziali. Il 4-5-1 schierato da Bruchner, con se stesso e Plugaru al centro della difesa ma entrambi in grado d’impostare, con Bieberstein unica punta al posto di Gottarelli, ha dato la prova che i “muli” saranno più imprevedibili rispetto al passato. E nessuno avrà il posto garantito: neppure l’apprezzatissimo centravanti titolare.
The Haslets, comunque, ha vinto con merito, grazie alla sua straordinaria capacità offensiva (il tridente Lamanna-Prisco-Osso ma non solo). Sempre avanti, a partire dal 26′, i biancoverdi romani hanno rischiato qualcosa solo nella ripresa, quando Bieberstein e Pasinato hanno trovato una breccia nella loro difesa.
La classifica è ora davvero corta, soprattutto nella zona centrale: 1º Colombaro 18 punti; 2º The Haslets 14; 3º Borgomalva, Roman Vipers, Gufoccer 10; 6º Toto’s Fishing Trout 9; 7º Villa d’Agri Sporting 6; 8º Volpino United 1.

About mulora