Licenziamenti Archive

0

Cavressi, record negativo: nessuna partita ufficiale

Mattia Cavressi stabilisce un piccolo record negativo diventando il primo atleta del vivaio biancomalva a non aver giocato mai neppure una partita ufficiale, ma solo un’amichevole. «È un bravo ragazzo, ma il calcio non fa per lui», è il laconico commento del mister Antonio Stimoli.

0

Niente da fare: Biancardi e Gaetano non hanno futuro

Placido Biancardi e Fulvio Gaetano non hanno trovato ingaggio tra i “pro”, nonostante diversi tentativi operati sul mercato dalla società biancomalva. I due ragazzi, perciò, hanno dovuto appendere le scarpe al chiodo. Un peccato: in altre circostanze, avrebbero meritato almeno una chance.

0

Lucio Piastrelli, avventura durata un minuto

È bastato un minuto di partita per sancire il destino di Lucio Piastrelli. L’ultimo arrivato nel Borgomalva Junior aveva una sola possibilità, impressionare in attacco: la cosa non è avvenuta e lo staff guidato da Antonio Stimoli ha deciso di ringraziare il ragazzo e di lasciarlo libero.

0

Palmirani escluso dall’organico ufficiale

Andrea Palmirani, 18 anni, è stato escluso dalla rosa ufficiale del Borgomalva F.C. in vista della Stagione 64. Il giovane – promosso come “premio”, ma senza reali possibilità di una carriera da pro – ha lasciato il ritiro in modo piuttosto rumoroso, senza stringere la mano a nessuno. «È il suo carattere, lo conosciamo bene», la prende con filosofia Lewis Grantham.

0

Carlo Murtas: una presenza, un gol e un addio

Carlo Murtas portà raccontare, da grande, di aver giocato una partita con le giovanili del Borgomalva Junior, trovando la via del gol dopo soli 4 minuti. Poi, però, non è riuscito a dimostrare di valere l’investimento: si è rivelato solo molto veloce, quindi ora punterà all’atletica leggera.

0

Fulvio Bartolomeo non passa la selezione

Conosceva il suo destino quasi sin dal primo giorno in cui è stato aggregato al vivaio biancomalva. Fulvio Bartolomeo non ha passato la selezione e lascia oggi il Borgomalva Junior. A 15 anni e 100 giorni non ha skill che lascino presagire un suo futuro professionistico.

0

Tre licenziamenti: Olivieri, De Falco e Pangallo

Da trenta a ventisette giocatori in rosa nel giro di pochi giorni. L’operazione “dimagrimento” dell’organico del Borgomalva F.C. è stata «dolorosa ma necessaria», per dirla con il presidente Giorgio Mulora.
Il primo a lasciare il ritiro è stato… l’ultimo arrivato: Valentino Olivieri, dopo un tentativo a vuoto sul mercato, ha abbandonato la carriera professionistica appena iniziata. «Prenderò la maturità e proseguirò gli studi per diventare biologo», ha annunciato, senza troppi rimpianti. «Un bravo ragazzo. Ci mancherà», ha commentato Lewis Grantham.
Il tecnico inglese ha espresso rammarico anche per Enrico De Falco: «Meritava una chance. Abbiamo provato a venderlo tre volte, senza mai trovare un club che fosse interessato a lui. Enrico si è depresso, è crollato di forma. Ormai non sarebbe più stato appetibile per nessuno. Speriamo che riesca a riprendersi la sua vita». Il velocissimo attaccante proveniente dal vivaio sta ora sperimentandosi con l’atletica.
L’ultima – e la più straziante – rinuncia è stata quella a Nicola Pangallo: elemento del team originario, titolare nella prima stagione, non era più in grado di ritagliarsi un posto in squadra neppure in amichevole. «A 22 anni mi sento già vecchio – ha dichiarato alla stampa allargando le braccia -. Avrei potuto chiedere alla società di attendere la fine della stagione per ottenere un posto in organico, ma credo che spetti a Quirino Fava: ha maggiori meriti e possibilità di me».

0

Ardata non ha futuro

Alessandro Ardata non è più nella rosa del Borgomalva Junior. Ormai 17enne, il portiere è evidentemente senza margini di crescita sostanziali. Simone Bellavia ha deciso di non puntare più su di lui: l’organico si è ridotto a soli 14 elementi.

0

Prima i giovani, Nocera scartato

Prima i giovani. È chiara, la linea scelta da Simone Bellavia e dalla società biancomalva nella gestione dei ragazzi del vivaio. Ecco perché è stato deciso di scartare Marino Nocera, potenziale accettabile in regia ma al di là con gli anni.
«A Marino, che ha giocato tre partite ufficiali segnando due gol, va il nostro abbraccio e il nostro grazie», è il saluto sincero del presidente Mulora.

0

Non c’è più bisogno di Bisogno

«Speravo di poter essere ancora utile alla causa, ma ho perso smalto nella mia caratteristica migliore e sono arrivati giovani interessanti: non c’è più bisogno di me». Usa l’ironia, Vincenzo Bisogno, per i suoi saluti finali.
Il 34enne attaccante della squadra originaria, utile nella prima stagione con 3 reti in 6 partite ufficiali, non è più un giocatore del Borgomalva F.C.: professionista ineccepibile, sarà certo ricordato dai tifosi biancomalva.