Partite Archive

0

Spareggio – Borgomalva, trionfo bagnato

Sotto una pioggia scrosciante, il Borgomalva F.C. conserva facilmente la categoria vincendo lo spareggio contro il Francesca Pennacchio, formazione molisana giunta quarta nel suo girone di VII Serie. Il 7-0 finale parla di un dominio marcato, mai messo in discussione. Negli spogliatoi, bagnato di spumante, l’allenatore Lewis Grantham è ebbro di felicità: «Non tanto oggi quanto nelle scorse settimane abbiamo compiuto un’impresa memorabile. Godiamoci fino in fondo questi momenti di gioia. Non sappiamo se il futuro sarà altrettanto benevolo».
I timori della vigilia sono stati spazzati via da una prestazione convincente, al cospetto di un avversario abbastanza dimesso. Anche nella Stagione 66 il Borgomalva F.C. sarà dunque in VI Serie

La cronaca – Nonostante la grandissima attesa, il diluvio torrenziale tiene lontano il grande pubblico dallo Stadio del Borgo: i paganti sono 23.406, per un incasso di 273.856 euro. La gara si disputa egualmente: l’arbitro brasiliano Elói Paulista effettua i controlli di rito e dice che si può giocare.
Il Borgomalva F.C. schiera un undici a sorpresa. Grantham torna al 2-5-3, ma rimane clamorosamente in panchina Cristian Pologea, evidentemente poco in forma, sostituito in mediana da De Martini. Attesa, invece, la presenza di Parolini al posto di Morales a guardia dei pali. Esordio per il puntero Molodezky. Ecco la formazione completa: Parolini; Natov, Bollmann; Bonetti, Ilić, Pasinato, De Martini, Levorato; Gottarelli, Del Nero, Molodezky.
Il Francesca Pennacchio si presenta in Piemonte con il consueto 4-4-2: Sancese; Otávka, Shavlo, Luongo, Amstein; Raga, Dawar, Busing, Hasselbalch; Trepel, Räim. Un atteggiamento rinunciatario? Per capirlo, il Borgomalva sa di dover attendere una ventina di minuti. La scarsa resistenza degli avversari potrebbe spingerli a una sfuriata iniziale: uscire indenni dalla prima parte sarebbe un buon viatico per i “muli”.
Il diluvio gioca a favore dei biancomalva. Il trequartista e cannoniere molisano, Jako Räim, affonda nel fango. Gli uomini di Grantham prendono, come previsto, le misure. Poi, alla prima occasione, colpiscono. È il 25′ quando Vincenzo De Martini – proprio lui – scaglia un tiro secco che batte Sancese.
L’1-0 rende la sfida una passeggiata. Dopo un gran rischio corso su tiro dello spagnolo Raga (palo), tra il 35′ e il 38′ giungono le reti di Gottarelli e Del Nero. Nella ripresa, al 47′ e al 58′, rimpinguano il bottino Bollmann e Molodezky: quest’ultima rete – la prima, si spera, di una lunga serie – è salutata con grande entusiasmo dalla curva.
Al 70′ arriva il primo cambio tra i padroni di casa. Standing ovation per Bollmann, subentra il lituano Gudas, per festeggiare degnamente la fine di una stagione tribolata. Un piccolo problema fisico per Levorato non gli impedisce di proseguire.
Finale tranquillo: l’attenzione si concentra tutta nelle due belle reti – di Molodezky all’84’ e di Del Nero all’85’ – che completano l’opera. La sostituzione di De Martini con Pologea, all’89’, passa quasi inosservata. Invasione di campo finale, nonostante la pioggia, per festeggiare questa pagina di storia biancomalva: troppo “facile” per essere epica, ma non per questo meno importante.

0

14ª giornata – Leonetti firma la storia all’ultimo istante

Salvatore Leonetti, l’eroe di giornata che non t’aspetti. Sarà anche vero che gran parte del merito della rete del definitivo 3-4 con cui il Borgomalva F.C. ha battuto in trasferta, all’ultimo minuto, il Berdox è stato di Ermanno Levorato. Agli annali, però, resterà il nome del numero 11 biancomalva: l’uomo che, da titolare inamovibile e sempre presente, è finito gradatamente ai margini del progetto tattico di Lewis Grantham.
Oggi ha avuto una possibilità, come rincalzo del rincalzo, visto che il centravanti Gottarelli era infortunato e Stefanelli poteva dare il massimo in 72′. Ne sono bastati diciotto, dunque, a Leonetti, per lasciare il segno in una delle partite più incredibili e avvincenti della stagione (e non solo).
L’avversario, l’F.C. Berdox, era già retrocesso (nonostante una rosa più competitiva di quella dei “muli”): ma giocava in casa e voleva salutare la VI Serie con una grande prestazione di fronte al proprio pubblico. Il Borgomalva, dal canto suo, aveva in ballo solo il quinto o il sesto posto: giocare senza troppa pressione, senza spendere energie mentali, era un must in vista della partita più importante della storia del club, lo spareggio-salvezza.
Tutte le scelte sono state dettate dall’esigenza trovarsi nelle migliori condizioni possibili nel match di sabato prossimo. Ad esempio la rinuncia a Cristian Pologea, gravato di due cartellini gialli; e poi la staffetta Gudas-Amorese prevista al 68′, perché anche il lituano (oltre a una bassa resistenza) era a rischio squalifica.
Dopo aver a lungo valutato il 3-5-2, Lewis Grantham si è convinto della bontà del 4-5-1 (e contropiede). «Abbiamo approfittato dell’occasione per fare entrare in routine anche questo schema, che alla vigilia del match sapevamo interpretare in modo appena accettabile. Chissà, magari nello spareggio potrebbe esserci utile», ha asserito il tecnico inglese.
Grantham è stato inoltre forzatamente costretto a rinunciare a Gottarelli, sostituito da Stefanelli (con Leonetti pronto al subentro: Salvatore garantiva un pizzico di peso offensivo in più, ma la velocità di Patrizio è stata un’arma a cui non si voleva rinunciare). Per scelta tecnica, infine, in porta è stato schierato Parolini anziché Morales: il brasiliano (appena divenuto splendido in parate ma in condizioni insufficienti di forma) sembra ormai destinato alla cessione. «Vogliamo far fare esperienza a Luigi, il nostro futuro titolare», aveva detto senza mezzi termini, prima della gara, Lewis Grantham.
Pronti, via e, al 7′, Aleksandar Ilić fa valere le sue doti aeree su corner di Bonetti. Ottimo avvio, dunque, ma il 4-5-1 mostra ben presto di non essere stato assimilato a fondo e il Berdox sembra prendere il sopravvento: al 18′ pareggia Trippetta, un minuto dopo Pârvescu sfiora il montante su punizione. Serve la bravura di un singolo e Patrizio Stefanelli mostra di avere ancora il guizzo dei bei tempi: Tejada Porras battuto allo sprint, 1-2 al 33′.
Uno degli episodi chiavi della gara si verifica al 35′: l’arbito Marwitz vede una testata dell’impulsivo difensore uruguayano Julio Cominotti. Rosso diretto e Berdox in dieci. Il Borgomalva s’infila subito nel pertugio lasciato sul lato difensivo destro e il serbo Ilić, al 44′, fa 1-3 in contropiede.
I padroni di casa meriterebbero ben di più, va detto, ma i biancomalva – oggi – sono accorti e coperti. Al 68′ Amorese subentra a Gudas, al 72′ Leonetti entra per Stefanelli. La gara sembra in naftalina, invece il finale sarà pirotecnico.
Minuto 85′: l’attaccante rumeno Pârvescu realizza una gran punizione e riapre i giochi. Il Berdox, sia pure in dieci, va all’assalto all’arma bianca, nonostante l’infortunio del grande centrocampista Cabrini. All’89’ il pubblico esplode perché, in una delle rare sortite offensive, i “muli” perdono ingenuamente palla e subiscono (loro!) un contropiede fatale finalizzato dal puntero spagnolo Alejandro Gastón.
Il 3-3 è giusto, ma il Borgomalva sa che i Roman Vipers stanno battendo a domicilio il Villa d’Agri: la differenza reti sarebbe ancora a favore dei nostri ragazzi, ma il rischio di perdere il quinto posto è enorme. Oggi, però, la dea bendata è dalla parte degli uomini di Grantham. E anche quella della velocità: ultimi istanti, Levorato serve Leonetti. Il resto è storia. Sabato sarà spareggio nelle migliori condizioni possibili.

La giornata in Serie VI.931 – Colombaro F.C.-Gufoccer 1-2, The Haslets-F.C. Berdox 4-0, Rapid Vikings-The Haslets 0-5.

Classifica – 1º Gufoccer 31 punti (+24); 2º The Haslets 27 (+23); 3º Villa d’Agri 23 (+5); 4º Colombaro F.C. 22 (+5); 5º Borgomalva F.C. 21 (+3); 6º Roman Vipers 19 (=); 7º F.C. Berdox 10 (-26); 8º Rapid Vikings 6 (-34).

Cannonieri – 1º Peer Dürer (Roman Vipers), Patrizio Gottarelli (Borgomalva), Massimo Barbaro (Colombaro) 9 reti; 2º Carlo Altieri, Joachim Boś, Uwe Hobel (Gufoccer) 8.

0

13ª giornata – Come vincere 3-0 e non essere felici

Clamoroso 3-0 del Borgomalva F.C. sul Colombaro F.C., in una sfida indimenticabile che vale il matematico accesso agli spareggi salvezza. I “muli” hanno approfittato di una serie fortunata di circostanze, riuscendo incredibilmente a non subire reti dal fortissimo attacco centrale del Colombaro.
«Sapevamo che loro avrebbero concentrato gli sforzi nella zona centrale, quindi abbiamo provato a proteggerci e ad attaccare almeno da un lato, nonostante i nostri cronici problemi sulle fasce – ha commentato Lewis Grantham -. Abbiamo raccolto ben più di quanto ci aspettassimo, ma non possiamo festeggiare fino in fondo per l’infortunio alla solita caviglia destra di Patrizio Gottarelli».
Il medico sociale, Gian Maria Feliciano, proverà in ogni modo a recuperare il giocatore in vista dello spareggio, in programma tra due settimane: «Sarà una corsa contro il tempo».
Oggi c’è stata gloria per due protagonisti inattesi: Vincenzo De Martini, preferito per ragioni di forma ad Ilič e autore della prima rete, al 17′; Patrizio Stefanelli, il sostituto di Gottarelli, che ha chiuso i conti al 69′ dopo il gol di Natov.
Nell’ultima partita della stagione regolare, opposto in trasferta al Berdox, il Borgomalva tenterà di conservare il quinto posto e di preservare quante più energie, fisiche e mentali, in vista della gara più importante della stagione e – forse – della storia biancomalva.

La giornata in Serie VI.931 – Gufoccer-Villa d’Agri 3-1, The Haslets-F.C. Berdox 4-0, Roman Vipers-Rapid Vikings 4-1.

Classifica – 1º Gufoccer 28 punti (+23); 2º The Haslets 24 (+18); 3º Villa d’Agri 23 (+6); 4º Colombaro F.C. 22 (+6); 5º Borgomalva F.C. 18 (+2); 6º Roman Vipers 16 (-1); 7º F.C. Berdox 10 (-25); 8º Rapid Vikings 6 (-29).

Cannonieri – 1º Peer Dürer (Roman Vipers), Patrizio Gottarelli (Borgomalva) 9 reti; 2º Carlo Altieri, Massimo Barbaro (Colombaro), Joachim Boś (Gufoccer) 8.

0

12ª giornata – Brutto scivolone, ora si rischia

Il Borgomalva F.C. cede sul terreno dell’ultima in classifica, per 5-2, in una gara da tripla. Ora gli uomini di Lewis Grantham, in virtù dei pareggi di Berdox e Roman Vipers, rischiano ancora la retrocessione diretta, a due partite dalla conclusione.
«I Rapid Vikings sono un’ottima squadra, complessivamente superiore alla nostra. Non ho proprio idea del perché si trovino così a fondo graduatoria, ormai condannati alla retrocessione», premette Grantham in conferenza stampa.
«Temevamo il loro valore. A dirla tutta, pensavamo potessero metterci ancora più in difficoltà in mezzo al campo. Ecco perché abbiamo preferito puntare su un 5-4-1 votato al contropiede. Dobbiamo conquistare gli spareggi e presentarci al meglio all’appuntamento. Non possiamo sprecare troppe energie fisiche e soprattutto mentali. Ma ora dobbiamo guardarci le spalle: non abbiamo ottenuto ancora nulla».
Per quanto il punteggio sia davvero troppo severo con i biancomalva, si sono palesati ancora una volta i limiti offensivi dei ragazzi del presidente Mulora. Il solo Gottarelli non può far molto. Stefanelli (rimasto in panchina) è troppo scarso per questo livello, Leonetti è ormai dimenticato per il suo pessimo momento di forma, Bragone è troppo acerbo. E che dire, poi, della cronica carenza di uomini di fascia?
«Oggi abbiamo riesumato Gudas, che è stato ancora tra i più incisivi nonostante la scarsa forma», ammette Grantham. Gudas è stato anche l’autore di una delle reti, mentre l’altra è stata siglata dal solito Patrizio Gottarelli.

La giornata in Serie VI.931 – Colombaro F.C.-Villa d’Agri 2-1, The Haslets-Roman Vipers 2-2, F.C. Berdox-Gufoccer 2-2

Classifica – 1º Gufoccer 25 punti (+21); 2º Villa d’Agri 23 (+8); 4º Colombaro F.C. 22 (+9); 4º The Haslets 21 (+14); 5º Borgomalva F.C. 15 (-1); 6º Roman Vipers 13 (-4); 7º F.C. Berdox 10 (-21); 8º Rapid Vikings 6 (-26).

Cannonieri – 1º Patrizio Gottarelli (Borgomalva) 9 reti; 2º Carlo Altieri, Massimo Barbaro (Colombaro), Joachim Boś (Gufoccer) 8.

0

11ª giornata – Altro pareggio con una corazzata

Pubblico da record (32.621 spettatori, per un incasso di 325.367 euro) e applausi a scena aperta per una delle partite più divertenti dell’anno.
In conferenza stampa Natov ha ringraziato i tifosi, poi ha analizzato così la gara: «Questa volta avremmo meritato la vittoria. Ma in questa stagione ci sono state altre circostanze a noi favorevoli, quindi nessun mugugno, complimenti agli avversari e accontentiamoci di questo punticino che fa classifica». Nikolay Natov, capitano d’emergenza visto il protrarsi dell’assenza di Gudas (completamente fuori forma dopo l’infortunio) ha ben capito l’approccio al calcio che si ha qui al Borgo. Massimo rispetto per i verdetti del campo, ancor di più per le squadre che si affrontano: figuriamoci quando in Piemonte salgono corazzate del calibro di The Haslets.
I biancoverdi romani sono una squadra equilibrata, con un grande potenziale offensivo. Ecco perché Grantham ha schierato un 3-5-2 molto robusto a centrocampo, con lo stesso Natov in appoggio, i rientranti Pologea e Ilic accanto a Pasinato, Bonetti ala verso il centro e Del Nero trequartista. Il dominio nella zona nevralgica del campo ha garantito tante azioni, ben otto, ma ne sono state finalizzate solo tre (da Gottarelli, Pologea e Ilic). Tre su tre, invece, per The Haslets, che all’83’ perdeva 2-1 e all’85’ si è trovato addirittura sul 2-3, prima della rete finale (strameritata) del serbo del Borgomalva.
«Va detto che per quasi un’ora abbiamo giocato in undici contro dieci. Dobbiamo essere più cattivi davanti porta», dice il centravanti Gottarelli, sempre capocannoniere (in coabitazione) del campionato con otto reti. Un po’ di sana autocritica non guasta.

La giornata in Serie VI.931 – Villa d’Agri-F.C. Berdox 3-0, Roman Vipers-Colombaro F.C. 4-4, Gufoccer-Rapid Vikings 8-1.

Classifica – 1º Gufoccer 24 punti (+21); 2º Villa d’Agri 23 (+9); 3º The Haslets 20 (+14); 4º Colombaro F.C. 19 (+8); 5º Borgomalva F.C. 15 (+2); 6º Roman Vipers 12 (-4); 7º F.C. Berdox 9 (-21); 8º Rapid Vikings 3 (-29).

Cannonieri – 1º Patrizio Gottarelli (Borgomalva), Carlo Altieri, Massimo Barbaro (Colombaro), Joachim Boś (Gufoccer) 8 reti.

0

10ª giornata – I biancomalva stoppano la capolista

La prima delle due sfide consecutive casalinghe contro le padrone del campionato finisce 1-1 e il Borgomalva può davvero festeggiare: non è da tutti stoppare la capolista Gufoccer in condizioni d’emergenza.
Davanti a 30.887 paganti i biancomalva si sono dovuti inventare un 5-4-1 molto rimaneggiato, a causa del mancato recupero di due pilastri come Pologea e Ilic. Spazio dunque a Di Biagio sulla linea difensiva e soprattutto a De Martini in mezzo al campo: una grande opportunità per il gioiello del vivaio, che non riesce ancora a dimostrare tutto il suo valore.
La gara è stata del tutto sorprendente. Infatti anche Gufoccer è venuto al Borgo per giocarsi la gara su difesa e contropiede. Ne è venuto fuori un pareggio con pochi gol e poco spettacolo, con gli ospiti emiliani senz’altro superiori ma ben imbrigliati dalla retroguardia biancomalva.
Le reti sono giunte su due episodi: al 10′ Gottarelli ha segnato di testa su grande spunto di Levorato, pareggio del Gufoccer al 44′ su punizione del cinese 曹 (Cao) 汉祥 (Hanxiang), scaturita da un’azione di rimessa.

La giornata in Serie VI.931 – Rapid Vikings-Colombaro F.C. 3-5, F.C. Berdox-Roman Vipers 0-4, The Haslets-Villa d’Agri 3-0.

Classifica – 1º Gufoccer 21 punti (+14); 2º Villa d’Agri 20 (+6); 3º The Haslets 19 (+14); 4º Colombaro F.C. 18 (+8); 5º Borgomalva F.C. 14 (+2); 6º Roman Vipers 11 (-4); 7º F.C. Berdox 9 (-18); 8º Rapid Vikings 3 (-22).

0

9ª giornata – Sconfitta dolorosa a Roma in uno scontro diretto

Il Borgomalva F.C. ha perso una delle partite-chiave della stagione e, con lei, il quarto posto in classifica. L’analisi del tecnico Lewis Grantham è onesta e senza rimpianti: «Abbiamo deciso di scendere a Roma per giocarcela, ben consapevoli di avere di fronte una squadra in grande crescita probabilmente all’ultima spiaggia nella conquista della salvezza. Abbiamo perso 4-2 contro i Roman Vipers al termine di una grande battaglia. Facciamo i complimenti agli avversari e guardiamo oltre. Ora abbiamo un calendario tremendo e dobbiamo ragionare con umiltà, andando a caccia di ogni punto possibile per conquistare gli spareggi».
Col senno di poi, sarebbe stato più opportuna una gara più accorta. «Io, invece, ritengo che sia stato giusto provarci. Certo, nessuno poteva prevedere che ci saremmo trovati senza due dei nostri più forti centrocampisti, Pologea e Ilic. Ma non accampo scuse: i romani hanno prevalso con merito, gettiamo alle spalle l’accaduto e lavoriamo ancora più duramente», conclude Grantham.
L’allenatore inglese si è trovato dal 41′ senza il rumeno (per molti il giocatore più forte dei “muli”), sostituito da De Martini, e dal 55′ di Ilic, che è stato rilevato da un Mangini completamente fuori ruolo. Questo ha senz’altro agevolato il successo dei padroni di casa, comunque già in vantaggio.
I due tentativi di rimonta, firmati da Bollmann (2-1) e Gottarelli (3-2) hanno illuso i tifosi al seguito, ma non hanno mai davvero messo in discussione i tre punti per i Vipers.

La giornata in Serie VI.931 – Colombaro F.C.-F.C. Berdox 5-1, Villa d’Agri-Rapid Vikings 4-0, Gufoccer-The Haslets 2-1.

Classifica – 1º Gufoccer 20 punti (+14); 2º Villa d’Agri 20 (+9); 3º The Haslets 16 (+11); 4º Colombaro F.C. 15 (+6); 5º Borgomalva F.C. 13 (+2); 6º F.C. Berdox 9 (-14); 7º Roman Vipers 8 (-8); 8º Rapid Vikings 3 (-20).

0

7ª giornata – Borgomalva spaventa la capolista

Strappare un punto in Basilicata, sul terreno della capolista Villa d’Agri, sarebbe stato un sogno, un’impresa, una conquista. Il Borgomalva F.C. ci è andato vicino, sconfitto solo 2-1 dai forti padroni di casa.
Intendiamoci: i ragazzi di Grantham hanno giocato principalmente in difesa, con un 5-4-1 solido, provando solo di tanto in tanto qualche ripartenza. La partita è stata fatta in lungo e in largo dai neri lucani, che hanno ampiamente meritato i tre punti. Però, quando Bollmann ha realizzato di testa su calcio d’angolo di Bonetti, dimezzando lo svantaggio in avvio di ripresa (nel primo tempo avevano segnato Špar e Poppels), l’ambiente biancomalva ha creduto possibile il miracolo.
«Ci riproveremo tra sette giorni, questo è certo», ha detto Antonio Bonetti a fine gara.

La giornata in Serie VI.931 – Rapid Vikings-F.C. Berdox 1-2, Colombaro-The Haslets F.C. 3-1, Gufoccer-Roman Vipers 3-1.

Classifica – 1º Villa d’Agri 17 (+6); 2º Gufoccer 16 (+13); 3º The Haslets 13 (+9); 4º Colombaro F.C. 12 (+5); 5º Borgomalva F.C. 10 (+3); 6º F.C. Berdox 6 (-11); 7º Roman Vipers 4 (-10); 8º Rapid Vikings 3 (-15).

0

6ª giornata – Pesantissimo 6-2 contro i Roman Vipers

La gara contro i Roman Vipers era forse la più importante e delicata, tra quelle sin qui disputate in VI Serie. Gli ospiti, infatti, sono una diretta concorrente del Borgomalva nella lotta per la salvezza.
Lewis Grantham ha schierato una formazione decisamente sorprendente, lasciando fuori Levorato e Leonetti: schierati invece, nel 2-5-3 plasmato, Tallarida e Stefanelli, due che non erano titolari in campionato da un pezzo (anzi, il primo non lo era mai stato). Fantasia del tecnico inglese? Pessima forma di due elementi-chiave? Scarsità di soluzioni sugli esterni?
Fatto sta che il Borgomalva non ha patito la desuetudine al gioco d’insieme e si è imposto con un largo e convincente 6-2, in una gara che – forse – sarebbe stata da “tripla”. Tripla, di sicuro, è la marcatura di Antonio Bonetti (un rigore, una punizione, un’azione). In rete anche Del Nero, Bollmann e Natov. Si poteva fare ancora di più, se Stefanelli non si fosse infortunato (lo ha rilevato, nella singolare posizione di attaccante, Fernando Di Biagio).

La giornata in Serie VI.931 – The Haslets-Gufoccer 4-1, Rapid Vikings-Villa d’Agri Sporting 0-1, F.C. Berdox-Colombaro F.C. 3-1.

Classifica – 1º Villa d’Agri 14 (+5); 2º The Haslets 13 (+11); 3º Gufoccer 13 (+11); 4º Borgomalva F.C. 10 (+4); 5º Colombaro F.C. 9 (+3); 6º Roman Vipers 4 (-8); 7º F.C. Berdox 3 (-12); 8º Rapid Vikings 3 (-14).

0

5ª giornata – Il Gufoccer fa tornare i “muli” sulla terra

Tornano sulla terra, i “muli”, dopo il clamoroso 3-3 di sette giorni fa. La nuova capolista Gufoccer non incampa come The Haslets e s’impone con merito, nella sua tana, contro il Borgomalva. 4-1 il risultato finale, con firme pesanti dei due forti cinesi pilastri dei padroni di casa. Per i ragazzi di Grantham, che si sono schierati in formazione identica rispetto al miracolo della scorsa giornata, ha segnato a gara ormai compromessa Francesco Mangini.

La giornata in Serie VI.931 – Villa d’Agri Sporting-The Haslets 2-0, Roman Vipers-F.C. Berdox 3-2, Colombaro F.C.-Rapid Vikings 4-0.

Classifica – 1º Gufoccer 13 punti (+14); 2º Villa d’Agri 11 (+4); 3º The Haslets 10 (+8); 4º Colombaro F.C. 9 (+5); 5º Borgomalva F.C. 7 (=); 6º Roman Vipers 4 (-4); 7º Rapid Vikings 3 (-13); 8º F.C. Berdox 0 (-14).