Promozione Archive

0

Tempo di vendite: Di Biagio e tre giovani sul mercato

L’esperienza di Fernando Di Biagio nel Borgomalva F.C. volge al termine. Il valido difensore-centrocampista romano, proveniente dalla Dinamo Perseus, è stato infatti messo sul mercato a offerta libera. «Abbiamo bisogno di sfoltire la rosa e preferiamo puntare su elementi cresciuti in casa e soprattutto più giovani», ha spiegato il presidente Giorgio Mulora, non prima di aver ringraziato Di Biagio per la sua dedizione e la sua professionalità.
Insieme a Di Biagio sono stati inseriti in lista-cessioni tre giovani di 17 anni: Gian Carlo Rivale, che era già stato sul mercato inutilmente, e i neo-promossi Franco Forti e Andrea Ferrazzi. Si tratta di due elementi dotati di grande velocità: il primo, 17 anni e 1 giorno, è un difensore insufficiente con buona predisposizione al passaggio (20 presenze e 1 rete nel vivaio); il secondo, 17 anni e 41 giorni, è insufficiente in difesa e regia, nonché accettabile in passaggi (18 presenze e 5 reti nel Borgomalva Junior). «Speriamo di riuscire a trovare un ingaggio da professionista a tutti e tre. O almeno a un paio di loro», ha concluso Mulora.

0

Promosso Rivale, salutato La Bella

Destini opposti, per due ragazzi del vivaio biancomalva.
Gian Carlo Rivale, nel giorno del suo diciassettesimo compleanno, è stato promosso in prima squadra. Ala accettabile, insufficiente in difesa e in regia, imprevedibile (per quanto tremendo in passaggi), potrebbe essere venduto oppure restare in organico, in caso di ringiovanimento in vista della nuova stagione.
Ferruccio La Bella, che invece non aveva alcuna caratteristica importante, è stato invece salutato.
Al momento i ragazzi delle giovanili sono dunque solo quattordici: «Speriamo domani di poter integrare il gruppo con una vera promessa», è l’auspicio, a dire il vero un po’ sconsolato, di Antonio Stimoli.

0

Ceduti Ceretta (affarone) e De Nuccio

Il futuro di Valerio Ceretta è lontano dal Borgo. Lo si sapeva, lo si dava per scontato. Un ottimo giovane come lui (promosso a 17 anni e 10 giorni, con buono in difesa e insufficiente in regia) aveva sicuramente molte possibilità di trovare un ingaggio. L’asta che si è scatenata per Ceretta ha però avuto un esito sorprendente, raggiungendo una cifra ragguardevole: 113.200 euro, pagata dal Klokan000 (Slovenia, IV Serie).
È riuscito per il rotto della cuffia a ottenere un contratto anche l’altro difensore Giancarlo De Nuccio: venduto a 17 anni e 4 giorni, doppio accettabile in difesa e passaggi, nonché insufficiente in attacco, a soli 1.000 euro. Giocherà anch’egli nell’ex-Jugoslavia, in particolare in Croazia, cioè nel Tocionik (IV Serie).

0

L’ala Musi tenta la fortuna

Non sarà facile, per Gaetano Musi, farsi strada nel mondo del calcio professionistico. Il giovane elemento di fascia, accettabile in cross e passaggi, è stato promosso oggi in prima squadra. Lo penalizza la mancanza di specialità e un’età non più tenerissima, 17 anni e 58 giorni: «Io comunque ci spero. Chissà di non avere un po’ di fortuna», ha affermato Gaetano.

0

Li Causi, il miglior crossatore del vivaio

Difficilmente Mauro Li Causi troverà un posto nelle rotazioni d’allenamento della prima squadra. Però, con la sua buona attitudine al cross, associata insufficienti doti di difesa e d’attacco, potrà quasi certamente trovare ingaggio altrove.
Promosso in prima squadra a 17 anni e 31 giorni, quest’imprevedibile uomo di fascia dai capelli lunghi e rossi lascerà un buon ricordo a Borgomalva. Era stato scoperto da Felice Fossati in Piemonte, ma la famiglia è di chiare origini siciliane.

0

Piersandro Guzzi punta sull’imprevedibilità

Dopo la sfortunata esperienza tra i pro di Biancardi e Gaetano, l’approdo in prima squadra di Piersandro Guzzi non è accompagnato dagli auspici migliori. Ha 17 anni e 35 giorni: troppi per ottenere un ingaggio, in quest’epoca di alte aspettative sul mercato dei giovani?
Guzzi è comunque imprevedibile ed è un regista accettabile con passaggi insufficienti. «Speriamo che l’esito non sia scontato, come i suoi assist», afferma Fabio Trequattrini, che l’ha scoperto in Valle d’Aosta.

0

Gaetano, un terzino che ci prova

Accettabile in cross e insufficiente in difesa: basteranno queste skill a Fulvio Gaetano per essere appetibile sul mercato. Ci spera lui e ci spera la società biancomalva, che l’ha promosso oggi, a 17 anni e 8 giorni. L’assenza di specialità potrebbe però giocare un brutto scherzo al giovane terzino.

0

Biancardi si gioca le sue possibilità

Placido Biancardi lo merita: dopo tanta dedizione, sempre disposto a fare da “tappabuchi”, lascia il Borgomalva Junior e tenta l’avventura tra i professionisti.
A 17 anni e 29 giorni non è certo precocissimo, ma la skill accettabile in passaggi e l’ottimo carattere potrebbero garantirgli almeno una chance.

0

La sera di Anselmo Bragone: promosso!

Tutto l’ambiente aspettava da mesi questo momento: Anselmo Bragone ha completato la sua formazione nel settore giovanile del Borgomalva Junior e approda in prima squadra, con la prospettiva di restare e di essere allenato.
Il bomber del vivaio, 21 reti in 30 partite ufficiali, è un centravanti accettabile, bravo di testa, con secondarie insufficienti in regia e difesa (debole in passaggi e calci piazzati).
«Non vedo l’ora di conquistarmi uno spazio. Potermi allenare con il mio idolo Patrizio Gottarelli è straordinario», ha affermato la giovane “stellina”, scoperta in Valle d’Aosta da Fabio Trequattrini.

0

Mario Magatti, perché non provarci?

Mario Magatti non è stato certo al centro delle attenzioni dei responsabili tecnici del vivaio biancomalva: non è mai stato prioritario né per Simone Bellavia, né per Antonio Stimoli. Eppure questo giovane difensore, promosso oggi a 17 anni spaccati, potrebbe avere un futuro da pro.
Ne è convinto il presidente Giorgio Mulora, che lo ha messo in vendita: «È accettabile in difesa e insufficiente in regia, per di più è tecnico. Io ci credo».
Scoperto in Valle d’Aosta da Fabio Trequattrini, quando aveva soli 15 anni e 28 giorni, Magatti ha totalizzato 28 presenze e 8 reti nella sua esperienza con il Borgomalva Junior.