About Author: giupino82

Description
I'm

Posts by giupino82

0

Emiliana 2 – 2 Rigore

Continua il “periodo no” della squadra di mister Arias nella sfida decisiva per il primato in VII.107.
Il mister lancia in campo subito dal primo minuto l’ultimo acquisto Lucas Jamison arrivato in settimana dal C.F. Los Caneaos: “L’ho visto in forma negli ultimi allenamenti.” le parole del mister ed effettivamente Lucas non sfigura anche se è sembrato un pò impreciso sotto porta (4 opportunità e zero gol per lui).
Si accomoda in tribuna invece l’altro giovane acquisto Severino Muzzi 18enne acquistato dal FC Gunners Germania.
E’ evidente come siano cominciate le manovre della società per al prossima stagione ma è importante anche non perdere la bussola in queste ultime partite, come dimostra la partita di Sabato.
Mister Arias nel dopogara non è affatto contento:
“Purtroppo facciamo ancora tantissimi errori sotto porta: onestamente non credo si potesse fare di più come occasioni create: poi bisognerebbe anche buttarla dentro.
Loro hanno fatto due tiri e due gol. Questa era partita da vincere 3 o 4 a 1.”

La prestazione di Jamison?
“Ha sbagliato tanto sotto porta ma ha fatto una partita veramente ottima. E’ entrato nel vivo dell’azione nonostante fosse in squadra solo da pochi giorni e da un paio di allenamenti.”
Si è pentito di essere partito con il 343 invece che con un modulo più offensivo?
“Parlare con il senno di poi è sempre più facile, ma no, non sono pentito. La scelta è stata fatta perchè conosciamo le doti offensive dei nostri avversari.”
Commenti sulle strategie di mercato della società?
“Bè nessuno in particolare: la società stà lavorando molto bene in previsione anche della prossima stagione”
Per la VI ?
[Il mister fa un gesto scaramantico e sorridento ci lascia]

A seguire la cronaca della partita, restate sintonizzati!

Giornata fan-ta-sti-ca per una partita di pallone. Sono 44885 gli spettatori che, qui al Emiliana Arena stanno attendendo il fischio iniziale da parte del direttore di gara. Luciano Passos Dias è l'arbitro designato con Tony Fogelwald e Carlos Corbalán come assistenti. Siamo in grado di elencarvi la formazione in campo dal primo minuto: Giacobazzi - Dumlu, Torroni, Fossier - Bickel, Prandini, Verhaeren, Lomuscio - Zanoli, Jamison, Cavedon.

Ecco i giocatori che costituiranno l'undici titolare: Urlik - Moulard, Riva - Kucheryavenko, Énée, Caeymaex, Spaić, Morizé - Scoglio, Mena, Lemaistre.

Emiliana C. B. si dispone con un 3-4-3, mentre Segno Solo Su Rigore schiera un 2-5-3. Lucas Jamison di Emiliana cerca di sfondare per vie centrali in cerca del vantaggio, ma la difesa ospite si dimostra sempre attenta. 4° minuto: con un ottimo intervento difensivo i giocatori di Rigore hanno fermato una pericolosa azione avversaria e sono ripartiti velocissimi in contropiede. Imzad Spaić, scattato sul filo del fuorigioco, ha ricevuto puntualmente palla dalla destra e ha segnato il gol del 0 a 1. Al 14° Michael Bickel dà vita ad una bella incursione dalla sinistra, salta in velocità il diretto avversario ed effettua uno splendido tiro, ma una parata ancor più bella del portiere ospite gli nega la gioia del gol. Al 16° c'è un'ammonizione per Rigore. A finire sul taccuino dell'arbitro è Corrado Scoglio, che ha tirato per la maglia un avversario fino a farlo cadere a terra. È il 19° minuto quando, con una iniziativa personale, Lucas Jamison apre un varco all'altezza della mediana avversaria e lascia partire un bel destro in corsa. La palla schizza verso lo specchio della porta avversaria, ma il portiere si fa trovare pronto e, per non rischiare la presa, devia in angolo respingendo coi pugni ben serrati. Duplice fischio del direttore di gara che manda gli atleti negli spogliatoi. 0 a 1 il punteggio finora. Ecco i dati relativi al possesso palla: Emiliana avanti con un 56%.

Emiliana affonda spesso sulla sinistra nel tentativo di pareggiare. Al 51°, sfruttando una di queste azioni, Lucas Jamison si libera in zona tiro: botta secca a mezza altezza e palo esterno. Niente da fare! Pareggio! Arriva il pareggio quando il cronometro segna 60 minuti di gioco. Michael Bickel ha ricevuto palla al limite dell'area, centralmente. Ottimo l'aggancio e perfetto il destro a giro sul secondo palo. Emiliana che riporta quindi il punteggio in equilibrio: 1 a 1. Al 64°, i padroni di casa falliscono una ghiotta occasione per passare; Lucas Jamison colpisce al volo un pallone proveniente dalla destra ma il pallone sfiora il montante opposto. Dopo il 67°, l'allenatore di Emiliana ha deciso di provare ad inserire un nuovo giocatore in campo, facendo cenno a Bruno Torroni di uscire. Ippolito Mastroianni prende il suo posto. Al 67° minuto, l'allenatore di Emiliana ha deciso di provare una nuova tattica, e i suoi giocatori prontamente obbediscono. Il direttore di gara sventola il cartellino giallo all'indirizzo di Davide Zanoli, protagonista di un brutto intervento da dietro al minuto 72. Rete di Maximiliano Mena, ma è stato Christophe Morizé a fare qualcosa di davvero speciale! Chiuso sulla fascia da due avversari li ha saltati con un pallonetto delizioso, è arrivato quasi all'altezza del palo e di esterno ha dato a Maximiliano Mena un pallone che chiedeva soltanto di essere spinto in rete. 1 a 2. Sì! Arriva finalmente il pareggio! 88 i giri sul cronometro, e Nicola Cavedon ha pareggiato con un'azione tutta sviluppatasi centralmente: rapido il giocatore di Emiliana a controllare e battere l'estremo difensore avversario con un tocco sotto. Ora entrambe le squadre hanno segnato 2 gol e tutto può accadere. Approssimandosi la fine del match, l'arbitro ordina 1 minuto di recupero. La partita si è conclusa 2 - 2. Si svolge come di consueto il cerimoniale di fairplay, con i giocatori delle due squadre che si scambiano una stretta di mano a centrocampo. Abbiamo notato come Emiliana abbia controllato il pallone più a lungo degli avversari, 59% secondo le statistiche.

Per Emiliana si è messo in luce soprattutto Davide Zanoli: una prestazione molto convincente la sua. Inspiegabile la gara di Michael Bickel: un vero fantasma oggi in campo. Rigore ai raggi x: il miglior giocatore è stato senza dubbio Corrado Scoglio. Viktor Kucheryavenko evanescente. S'è visto poco e male. Prestazione da dimenticare.

0

Coppa Mediterraneo: siamo fuori!

La vedova – Emiliana è una partita strana, qualcuno direbbe cattiva, perchè ci ricorda direttamente un’altra partita di coppa, quella contro Mordeoni team.
Contro Mordeoni la squadra di mister Arias forse era ancora in fase di rodaggio, non è lo stesso nell’ultima partita di coppa però.
Entrambe le partite sono state perse di misura. Entrambe sono state giocate dagli avversari attaccando sulle fasce e in entrambe le partite le fasce laterali erano anche i reparti peggiori dell’avversario.
Contro La Vedova gli errori sono stati tutti degli uomini dell’Emiliana: 4 volte si sono trovati faccia a faccia col portiere avversario e solo all’87° Zanoli è riuscito a bucarlo, ormai tardi.
Le parole del Mister nel dopogara:
“Siamo molto molto delusi. Era una partita ampiamente alla nostra portata e l’abbiamo sprecata. Il rimpianto aumenta anche a leggere il prossimo avversario di La Vedova.
Credo che con un pò di cattiveria in più saremmo stati tra le 8 squadre più forti di coppa… ma è andata così, speriamo che la delusione diventi cattiveria per il finale di campionato.”

La vittoria della serie ormai sembra ad un passo…
“È necessario non perdere la concentrazione: le ultime partite ci hanno visto un pò in difficoltà, anche perchè abbiamo dovuto fare un pò di rotazione, e ora è il momento di chiudere i conti: sabato prossimo abbiamo la prima partita fondamentale (contro Segno solo su rigore ndr) ed è fondamentale fare i 3 punti, visto che giochiamo anche in casa.”

Ringraziamo il mister e vi invitiamo a restare sintonizzati per il finale di stagione!

0

Piangipane 1 – 2 Emiliana

Partita insidiosa quella dell’Emiliana al Piangipane Park. Sulla carta da tutti era stata predetta una facile vittoria per gli uomini di Mister Arias ma così non è stato.
Dopo un inizio buono, culminato con il 2 – 0 di Verhaeren al 36° minuto, la squadra prova a tenere il controllo.
La cosa che riesce fino all’83° minuto quando la squadra di casa accorcia con Beyo.
I successivi 7 minuti si seguono con apprensione ma al 90° il risultato non cambia: 0 – 2 ed Emiliana ancora a punteggio pieno.
Le parole di Mister Arias nel dopogara:
“È stata una partita che abbiamo preparato in questo modo, sapevamo di rischiare ma ci aspetta in settimana una partita fondamentale (di coppa Mediterraneo ndr. ).
Tutto sommato è andata bene e abbiamo raccolto i 3 punti senza particolari sofferenze.”

18 punti in 6 partite: era tutto previsto?
“Non scherziamo. Ovviamente partiamo sempre per vincere ma al momento stiamo raccogliendo anche più del previsto. Ovviamente ci fa piacere ma dobbiamo anche essere pronti per le prossime partite, abbiamo ancora una partita fuori settimana prossima e contro un avversario di tutto ripetto.”
In settimana vi aspetta la coppa, cosa vi aspettate?
“Bè il numero di squadre inizia a diminuire ed i livello ad alzarsi. Sarà una partita complicata martedì ma l’abbiamo preparata. Speriamo di proseguire.”

Ringraziamo il mister e con questo è tutto, un saluto e restate sintonizzati!

0

Emiliana 10 – 0 gioia

Sgambata all’Emiliana Arena per i giocatori che normalmente giocano di meno, l’avversario di oggi, in sbando ormai da inizio campionato, non può creare problemi nemmeno ai non “titolarissimi” di Mister Arias, che ci mette anche del suo: un 433-fantasia di altri tempi.
La partita fila liscia con un sonoro 10 – 0 e triplette di Carrino e Chiacchiella, gol di Serban, Sciuto e doppietta di Bolognesi.
Unica nota di colore la discussione nata tra Gianluca (Carrino) e Gianni (Chiacchiella) per capire chi doveva portarsi il pallone a casa… ovviamente discussione finita con l’attaccabrighe Carrino vincitore.

E’ Valerio Bolognesi però a presentarsi ai microfoni nel dopogara:
“[ride] Gianluca deve ringraziare solo il fatto che ho fatto due gol e non tre… altrimenti col piffero che gli facevo portare il pallone a casa!”
Partita tranquilla, il Mister ha dato spazio a chi di solito gioca meno…
“Si vero, quest’anno stiamo giocando meno ma ora abbiamo giocatori veramente forti in rosa. Onestamente siamo contenti così, la società è tornata a credere nella squadra e a noi giocare partite che contano fa sempre piacere.”
In settimana partita in coppa Mediterraneo, come la state preparando?
“Mha… in realtà come tutte le altre partite. Ovviamente l’obiettivo è andare avanti fin dove è possibile. Il Mister ci tiene a fare bella figura in tutte le competizioni.”

Salutiamo Bolognesi e vi lasciamo alla cronaca della partita.
Restate sintonizzati!

26956 paganti sugli spalti del Emiliana Arena. E speriamo davvero che non piova, visto che queste nubi non promettono niente di buono. Paolo Fallo è l'arbitro designato con Borja Pedraza e Kalervo Turpeinen come assistenti. Emiliana si dispone sul terreno di gioco col 4-3-3. Udiamo in questo momento lo speaker pronunciare la formazione: Fornara - Sferrazza, Fossier, Madaffari, Spanedda - Sciuto, Burnete, Bolognesi - Şerban, Chiacchella, Carrino.

Per questa gara il tecnico di gioia ha tirato fuori dal cilindro un 4-4-2: vedremo dunque se questa mossa tattica darà buoni frutti. La formazione che sta in questo momento disponendosi sul terreno verde è la seguente: Dal Brun - Laghi, Portulano, Silvestro, Deppner - Valentini, Trogu, Ribiscini, Atripaldi - Di Ruscio, Ferrando.

1 a 0! La rete del vantaggio per i padroni di casa è arrivata al 15°: il traversone dalla sinistra di Daniel Şerban ha assunto una parabola stranissima che ha scavalcato il portiere infilandosi sul palo più lontano. Il labiale del marcatore è eloquente: "volevo crossare!". Corrado Sferrazza stupisce tutti con il suo geniale passaggio per Daniel Şerban che in qualche modo riceve la palla ma è pure lui tanto stupito da non riuscire a cogliere l'occasione. Che errore per Lorenzo Dal Brun! Tiro-cross apparentemente innocuo scagliato da Gianluca Carrino da destra: l'estremo difensore probabilmente era piazzato male e si è fatto scavalcare dal pallone del 2 a 0. E siamo al minuto 34. Al 37° dell'incontro la difesa ospite dovrebbe avere maggior cura di Gianluca Carrino che si smarca presentandosi al cospetto del portiere insaccando facilmente un altro gol per Emiliana: 3 a 0. E c'è un altro gol per Emiliana! Retroguardia ospite completamente in bambola: al 38° minuto disimpegno a dir poco imbarazzante sul versante destro della difesa, che Gianluca Carrino ha intercettato prima di involarsi indisturbato verso la porta avversaria per la rete del 4 - 0. Gianluca Carrino straordinario! Una tripletta da incorniciare! Valerio Bolognesi! Il giocatore di Emiliana ha anticipato tutti sul primo palo deviando in rete un pallone arrivato dalla destra. Il tabellone segna il 40°, siamo 5 a 0. Ed è finito in questo istante il primo tempo. Parziale di 5 - 0 durante l'arco di questi quarantacinque minuti. Possesso palla superiore per Emiliana con una percentuale del 83%.

Si va lisci come l'olio al 77° quando Gianni Chiacchella taglia come il burro dalla destra la difesa ospite e aumenta il vantaggio dei padroni di casa! Aumentano le calorie amici! Minuto 78, aumenta il vantaggio per Emiliana. Sul tabellino dei marcatori ci va Marino Sciuto: bravissimo a tagliare in area dalla destra, ha ricevuto il pallone al limite dell'area piccola e l'ha fatto passare sotto il corpo del portiere avversario. Emiliana si porta sul 7 a 0. 8 - 0! La rete per Emiliana porta la firma di Valerio Bolognesi, che ha trasformato in oro un pallone sporco filtrato dalla fascia sinistra in mezzo a una selva di gambe. Lestissimo il giocatore di Emiliana, che ha deviato il pallone in rete facendo esplodere la gioia del pubblico di casa. Grande conclusione dalla distanza di Cătălin Burnete, grande risposta di Lorenzo Dal Brun, che è volato all'incrocio dei pali per respingerla. Negli highlights di questa sfida andrà sicuramente inserito il minuto 85. Che scheggia Daniel Şerban! Al minuto 86 è stato autore di uno scatto incredibile, seguito da un destro rasoterra sul quale si è avventato Gianni Chiacchella, che in scivolata l'ha messa dentro da un metro. 9 - 0! Le cose si mettono male per gli ospiti. Gianni Chiacchella supera la linea dei difensori e incrementa il vantaggio al 87° mettendo a segno il gol del 10 a 0. E sono tre! Hattrick da sogno per Gianni Chiacchella! La partita è finita 10 - 0. Al rientro negli spogliatoi la squadra ospite viene accolta dagli applausi dei giocatori di casa disposti in due file. Anche il pubblico si alza in piedi per applaudire. Dato importante: il centrocampo di Emiliana ha lavorato meglio di quello avversario: 86% di possesso palla.

E non abbiamo dubbi a eleggere il migliore in campo fra i giocatori di Emiliana: splendida partita per Cătălin Burnete. Inspiegabile la gara di Corrado Sferrazza: un vero fantasma oggi in campo. Per gioia si è messo in luce soprattutto Fabio Ferrando: una prestazione molto convincente la sua. Lorenzo Dal Brun evanescente. S'è visto poco e male. Prestazione da dimenticare.

3

Rigore 3 – 4 Emiliana

19, 280, 53.
No, non stiamo dando i numeri in redazione, sono i numeri pazzeschi di Ippolito Mastroianni e l’Emiliana: 18 stagioni (+ una nelle giovanili), 280 partite ufficiali e 53 gol.
Con il gol segnato nella partita di sabato Ippolito entra di diritto nella leggenda: è il giocatore con più presenze e più gol segnati per l’Emiliana.
E’ lui a presentarsi in sala stampa visibilmente emozionato:
“Ho fortemente voluto raggiungere il record di Filippo (Alume ndr) perchè il Presidente mi aveva promesso una statua all’ingresso del campo di allenamento [ride].”
Cosa è per te l’Emiliana?
“L’Emiliana, il presidente e tutti i collaboratori della società per me sono una grande famiglia allargata. Avevo 16 anni quando il mitico Giuseppe Brenta mi trovò praticamente per strada.. ‘Vieni con me’ mi disse, ‘ti faccio dare io un paio di calci ad un pallone!’.
Ero titubante ma lo seguii: mi ha cambiato la vita e lo ringrazierò per sempre.”

Si dice già che sarai il prossimo allenatore della squadra…
“Per il momento mi diverto a giocare, non penso ancora al ‘dopo’, inoltre Mister Arias ha ancora una lunga strada davanti.
Nel futuro però mai dire mai, la società lo sa che io sono a disposizione per qualunque incarico.”

Lasciamo Ippolito e vi lasciamo alla cronaca della partita.
Restate sintonizzati!

Al Die Hard Stadium sono presenti, secondo i dati appena arrivatici, 22954 tifosi. Si nota qualche cappuccio e tanti ombrelli, anche se ancora non sta piovendo. Henry Heimgartner è l'arbitro designato con Christer Blomflod e Nedim Moeller come assistenti. I giocatori di Rigore si sono schierati in campo con un rigido 2-5-3. La formazione che sta in questo momento disponendosi sul terreno verde è la seguente: Urlik - Moulard, Riva - Melo Carvalho, Kucheryavenko, Énée, Spaić, Morizé - Scoglio, Mena, Lemaistre.

Per questa gara il tecnico di Emiliana ha tirato fuori dal cilindro un 2-5-3: vedremo dunque se questa mossa tattica darà buoni frutti. In campo dal primo minuto: Giacobazzi - Stoev, Dumlu - Bickel, Prandini, Mastroianni, Verhaeren, Lomuscio - Cautiero, Zanoli, Cavedon.

Emiliana cercherà di fare dell'attacco centrale la sua arma vincente. Gol! Molto bello l'angolo di Alberto Riva, con Gallus Moulard che incorna a fil di palo. Il punteggio, al 12° minuto di gioco, è adesso di 1 a 0. Sono trascorsi 14 minuti quando Ger Verhaeren esce dal raddoppio sulla destra e tenta di pareggiare le sorti dell'incontro con un pallonetto, ma il portiere, già fuori dai pali, ci arriva con uno straordinario colpo di reni. La squadra ospite non molla e raggiunge il pareggio dopo 21 minuti, Ippolito Mastroianni sguscia tra i centrali e scaglia in rete il pallone: 1 a 1. Con fin troppa facilità Manuel Lomuscio si infila in area dalla destra palla al piede ed elude l'uscita del portiere con tiro a mezza altezza. 1 - 2, vantaggio per Emiliana e sgomento per i tifosi di casa. Ed ecco il gol del pari! Azione insistita di Rigore, che ha piazzato infine Maximiliano Mena solo davanti a Luca Giacobazzi dopo che lo stesso giocatore si era cimentato in un'azione tambureggiante sulla destra. I minuti di gioco ora sono 29 e il risultato è di 2 pari. "Di falli così se ne vedono ad ogni calcio d'angolo", sembrano dire i giocatori della squadra di casa. Ma l'arbitro è irremovibile sulla sua decisione di concedere il calcio di rigore. Florindo Prandini posiziona la palla sul dischetto e, noncurante delle urla del pubblico, trasforma il tiro dagli undici metri che porta in vantaggio Emiliana: 2 a 3 al 31°! Siamo al 34°, e ci provano ancora tra le file di Emiliana: è Silvano Cautiero in particolare a liberarsi sulla destra, ma stavolta un difensore ci mette una pezza, salvando i suoi dalla capitolazione. Duplice fischio del direttore di gara che manda gli atleti negli spogliatoi. 2 a 3 il punteggio finora. Dato importante: il centrocampo di Emiliana ha lavorato meglio di quello avversario: 54% di possesso palla.

Le speranze di rimonta dei padroni di casa stanno velocemente scemando: al 72° registriamo una nuova rete per Emiliana. Stavolta è Ger Verhaeren ad affondare Hieronim Urlik con un'azione dalla sinistra. Siamo ora 2 a 4. Contento di come procede la partita, l'allenatore di Emiliana ha deciso di dare qualche minuto di gloria anche a Cătălin Burnete al posto di Ippolito Mastroianni dopo 75 minuti. Florindo Prandini è ora capitano per Emiliana. Calcio di rigore! L'arbitro assegna un penalty per questo fallo su Alberto Riva lanciato a rete da un preciso assist rasoterra che ha tagliato tutta la difesa. Rigore ha quindi questa enorme possibilità di andare in gol... È tutto pronto per la trasformazione del calcio di rigore, affidata allo stesso Alberto Riva... che non tradisce i tifosi di casa! 78 minuti trascorsi: gol e punteggio che ora è di 3 – 4. E qui ci stava il rosso! Florindo Prandini è stato graziato dall'arbitro, dopo un'entrataccia a piedi uniti sulle caviglie di un avversario. Solo giallo per lui al minuto 79. La partita è terminata 3 - 4. Le due squadre si radunano a centrocampo per scambiarsi una stretta di mano. Entrambe le tifoserie applaudono la sportività dimostrata. 55% di possesso palla per Emiliana, squadra che ha fatto girare meglio il pallone in mezzo al campo.

Rigore ai raggi x: il miglior giocatore è stato senza dubbio Maximiliano Mena. Dimitri Énée ci è parso in pessima forma. I tifosi non hanno certo gradito la prestazione scandalosa fornita oggi. Uomo partita fra le fila di Emiliana è sicuramente Davide Zanoli. Inspiegabile la gara di Michael Bickel: un vero fantasma oggi in campo.

2

Emiliana 4 – 2 037

Ancora una vittoria sofferta più del dovuto in campionato per l’Emiliana contro la Zerotresette. Ma a tenere banco ancora nella società è l’eliminazione a sorpresa in Coppa Italia.
E dire che alcuni segnali c’erano già stati con le sofferte vittorie precedenti ma contro Mordeoni sono venuti a galla tutti i problemi che si erano intravisti.
Superiorità della squadra di mister Arias in ogni settore del campo ma superiorità sterile.
Due sole azioni, contando anche la solita punizione di Prandini, e Emiliana che torna a casa.
Per fortuna i fantasmi, che pure si erano rivisti nella partita successiva di campionato, sono scomparsi all’84° minuto quando Zanoli ha deciso di ricominciare a fare Zanoli e ha segnato la doppietta che è valsa il 2 – 0 finale.
E’ proprio lui a presentarsi ai microfono nel dopogara:
“Sembra stano dirlo visto la qualità di questa rosa ma stiamo passando un periodo non troppo esaltante che ci è già costato uno degli obiettivi della stagione.
Ora però piedi ben fermi sulla bici e pedalare.”

Sei contento della tua doppietta?
“A facc’ rò… (cit) [ride…] Certo è ovvio. Ma sono contento perchè ci ha portato 3 punti, non per altro.”

Ringraziamo Zanoli e vi lasciamo alla cronaca della partita.
Restate con noi!

Diciamo che non sembra una giornata troppo fortunata dal punto di vista climatico per questi 24934 spettatori assiepati nell'impianto Emiliana Arena. Raimo Liiv è l'arbitro designato con Renátó Lovász e Evrard Van Den Abbeele come assistenti. Un 2-5-3 piuttosto interessante è la formazione con cui Emiliana sembra schierarsi in campo. Udiamo in questo momento lo speaker pronunciare la formazione: Giacobazzi - Fossier, Stoev - Lomuscio, Mastroianni, Burnete, Prandini, Bickel - Şerban, Zanoli, Cavedon.

La tattica di 037 è chiaramente un 4-5-1. La formazione che sta in questo momento disponendosi sul terreno verde è la seguente: Felecan - Milo, Santana, Comoglio, Šolinc - Kopyś, Grüningen, Aliendres, Talamonti, Hackland - Bolin.

Passa in vantaggio 037! Il gol al minuto 15 porta la firma di Baltazar Kopyś, bravo a finalizzare un'azione sviluppatasi sulla sinistra. 0 a 1. Ed ecco il pareggio! Arriva dopo 18 minuti di gioco, grazie a un tiraccio di Nicola Cavedon che, da posizione centrale, trova una lieve deviazione e beffa il portiere. 1 a 1 e ora, in pratica, la gara ricomincia da zero. È perfetto il passaggio che smarca David Šolinc sull'angolo destro dell'area di rigore. La posizione non è però una delle più adatte alla conclusione a rete, e l'impensabile tiro al volo che ne viene fuori si tramuta in un colpo di genio al quale i tifosi di 037 preferiscono non pensare. Oggi il primo tempo si chiude sul risultato di 1 - 1. Riprenderemo la cronaca fra quindici minuti. Dato importante: il centrocampo di Emiliana ha lavorato meglio di quello avversario: 58% di possesso palla.

Siamo al 48° minuto quando Gabriel Bolin si fa largo tra i difensori e da posizione centrale lascia partire un micidiale rasoterra, è il gol del vantaggio per 037: 1 a 2. È il 63° minuto e registriamo il pareggio di Emiliana! 2 a 2 il punteggio, dopo che Michael Bickel ha fatto secco Emil Felecan con un destro volante dal vertice destro dell'area di rigore. Mentre ci avviciniamo al 72° minuto, l'allenatore di Emiliana decide che è giunto il tempo per una sostituzione. Ippolito Mastroianni, visibilmente deluso, lascia il campo a Ger Verhaeren. Florindo Prandini diventa quindi il nuovo capitano di Emiliana. Dopo il 80°, l'allenatore di 037 ha deciso di provare ad inserire un nuovo giocatore in campo, facendo cenno a Declan Hackland di uscire. Olgierd Guzman prende il suo posto. Davide Zanoli porta in vantaggio i padroni di casa! Dribbling strettissimo del giocatore di Emiliana, che ha calciato poi con il sinistro un preciso rasoterra sul palo lontano. E adesso il punteggio è di 3 - 2. Il vantaggio dei padroni di casa aumenta! Percussione centrale e gran tiro di controbalzo di Davide Zanoli: Emil Felecan è battuto, il che significa: 4 - 2. Contento di come procede la partita, l'allenatore di Emiliana ha deciso di dare qualche minuto di gloria anche a Bruno Torroni al posto di Michael Bickel dopo 87 minuti. La partita si chiude sul punteggio di 4 a 2. Malgrado l'agonismo mostrato in campo, i giocatori delle due squadre si radunano a centrocampo per il consueto cerimoniale di fairplay. 58% di possesso palla per Emiliana, squadra che ha fatto girare meglio il pallone in mezzo al campo.

E non abbiamo dubbi a eleggere il migliore in campo fra i giocatori di Emiliana: splendida partita per Davide Zanoli. È stata invece pessima la prestazione di Manuel Lomuscio. Speriamo tutti, ovviamente, che si tratti di una caduta isolata e che presto il giocatore possa riprendersi da questo periodo di scarsa forma. Uomo partita fra le fila di 037 è sicuramente Lucio Comoglio. Olgierd Guzman avrà gli incubi stanotte. Ha giocato un calcio davvero opaco.

4

Claudiana 1 – 2 Emiliana

Ancora una partita difficile per l’Emiliana sbloccata solo nel secondo tempo. Gli uomini di Mister Arias mantengono il possesso palla per larghi tratti della partita (55% contro 45%) ma non riescono ad essere incisivi: alla fine le azioni saranno 8 a 2 per la squadra di casa.
Per fortuna però gli avversari non riescono a sfondare e al 56° minuto Fossier porta in vantaggio l’Emiliana. Passano poco meno di 10 minuti e gli avversari pareggiano con Ragnarsson. I ragazzi non mollano e due minuti dopo trovano il gol del definitivo 1-2 con una punizione spettacolare dello specialista Florindo Prandini.
Non sembra contentissimo in conferenza stampa mister Arias:
“Ho già parlato con i ragazzi e ho detto loro che così non va bene. Abbiamo fatto una partita buonissima in coppa questa settimana ( PaviCamy Fc – Emiliana C. B. 1-4 ndr ) e non è possibile che pochi giorni dopo perdiamo completamente la concentrazione. Avere sempre il pallino e tirare una sola volta in porta non va per niente bene.”
Mister ora viene un tour di 3-4 partite già fondamentali per la vostra stagione.
“Il punto è proprio questo. Noi dobbiamo far bene in coppa e in campionato e le nostre prossime avversarie sono squadre difficili da affrontare: è necessario prestare la massima concentrazione a partire dalla partita di Martedì.”
Queste le parole dell’allenatore dell’Emiliana, come al solito vi lasciamo alla cronaca della partita.

Al Claudiana Stadium è una giornata bollente. E sono 18402 i supporter sulle tribune. Tonny Hvalsøe Schou è l'arbitro designato con Evyatar Gur Zeev e Jan Danielsson come assistenti. Claudiana si dispone sul terreno di gioco col 4-4-2. Siamo in grado di elencarvi la formazione in campo dal primo minuto: Malmin - Villaggio, Junsiri, Clemente, Goncalves - Ragnarsson, Lokken, Mäntykivi, Boschi - Bertasi, Beudeker.

I giocatori di Emiliana si sono schierati in campo con un rigido 2-5-3. Ecco i giocatori che costituiranno l'undici titolare: Giacobazzi - Fossier, Stoev - Lomuscio, Burnete, Prandini, Verhaeren, Bolognesi - Zanoli, Chiacchella, Şerban.

Oggi i giocatori di Claudiana concentreranno i loro sforzi sulle fasce. Calura estiva oggi allo stadio e un sacco di giocatori sembrano cotti. Forse è per questo che Alessandro Villaggio trova più spazio del solito e dà sfoggio della sua classe. Pessima conclusione di Pekka Mäntykivi. Sceso sulla fascia sinistra ha tirato un pallone che è finito di gran lunga sopra la traversa. I tifosi di Claudiana non si scorderanno tanto presto questo errore. Claudiana sembra essere in grado di passare in vantaggio, ma Scipio Bertasi, che si era smarcato bene sulla destra, non riesce a superare Luca Giacobazzi, che devia il pallone con un tuffo prodigioso. Le intenzioni erano certamente buone, ma il calcio di punizione indiretto di Claudiana dopo 26 minuti è stato facilmente anticipato dai difensori. Un esempio da manuale del calcio di come difendere su un calcio di punizione: gli attaccanti si sono ritrovati senza opzioni praticabili. Oggi il primo tempo si chiude sul risultato di 0 - 0. Riprenderemo la cronaca fra quindici minuti. Dato importante: il centrocampo di Emiliana ha lavorato meglio di quello avversario: 55% di possesso palla.

Non è da tutti giocare bene con questo caldo. Sicuramente non è da Daniel Şerban, sarà pur veloce, ma ci appare molle nei contrasti difensivi. Siamo al 56° minuto quando Ludovic Fossier si fa largo tra i difensori e da posizione centrale lascia partire un micidiale rasoterra, è il gol del vantaggio per Emiliana: 0 a 1. Al 62° Direk Junsiri dà vita ad una bella incursione dalla sinistra, salta in velocità il diretto avversario ed effettua uno splendido tiro, ma una parata ancor più bella del portiere ospite gli nega la gioia del gol. 64° minuto ed ecco giungere il gol del pareggio per i padroni di casa: Tommy Ragnarsson s'invola sulla destra, salta il terzino e uccella Luca Giacobazzi con un preciso rasoterra, facendo 1 a 1. Emiliana si porta in vantaggio con una splendida punizione a foglia morta di Florindo Prandini. Il punteggio è ora 1 a 2. Gli attacchi laterali sono chiaramente il tema della gara per Claudiana, dato che anche le azioni che nascono al centro vengono deviate sulle fasce. Per poco Pekka Mäntykivi non riesce a pareggiare al 80°. La sua azione sulla destra viene interrotta proprio sul più bello da una miracolosa scivolata del difensore ospite. La partita si chiude sul punteggio di 1 a 2. Malgrado l'agonismo mostrato in campo, i giocatori delle due squadre si radunano a centrocampo per il consueto cerimoniale di fairplay. Abbiamo notato come Emiliana abbia controllato il pallone più a lungo degli avversari, 55% secondo le statistiche.

Uomo partita fra le fila di Claudiana è sicuramente Pekka Mäntykivi. È stata invece pessima la prestazione di Sébastien Goncalves. Speriamo tutti, ovviamente, che si tratti di una caduta isolata e che presto il giocatore possa riprendersi da questo periodo di scarsa forma. Emiliana ai raggi x: il miglior giocatore è stato senza dubbio Davide Zanoli. Cătălin Burnete avrà gli incubi stanotte. Ha giocato un calcio davvero opaco.

1

Emiliana 4 – 3 atletico

Comincia nel migliore dei modi il campionato dell’Emiliana C.B.: 3-5 in casa dell’AbbuskiNeiDenti (ah e complimenti al presidente per la fantasia! ) e 4-3 all’Emiliana Arena contro l’Atletico Urbino.
Due vittorie che non sono state facili, anche a detta di Mister Arias:
“Purtroppo non è mai facile preparare bene due impegni e i dettami del Presidente sono stati precisi: dobbiamo giocare su tutti i fronti.
Questo unito anche al fatto che è sempre prioritario allenare i nostri ragazzi rende l’idea di quanto è difficile preparare queste partite…
Alla fine però è andata bene nonostante tutto.”

L’infortunio di Giacobazzi però…
“Si. L’infortunio a Luca è la nota stonata delle due partite. Per noi è una pedina fondamentale e speriamo di recuperarlo per la partita di coppa.”

Ringraziamo ancora il mister per la sua disponibilità e vi invitiamo a restare in contatto!

Qui allo stadio Emiliana Arena c'è un sole torrido che abbrustolirà questi 28419 spettatori e probabilmente anche i giocatori in campo. Paul Prater è l'arbitro designato con Cyrille Maurin e Shlomo Levi come assistenti. La tattica di Emiliana è chiaramente un 2-5-3. Ecco i giocatori che costituiranno l'undici titolare: Fornara - Stoev, Fossier - Lomuscio, Verhaeren, Burnete, Bolognesi, Bickel - Şerban, Cautiero, Carrino.

Per questa gara il tecnico di atletico ha tirato fuori dal cilindro un 3-5-2: vedremo dunque se questa mossa tattica darà buoni frutti. Udiamo in questo momento lo speaker pronunciare la formazione: Farinhas - Larraquy, Campanella, Vasseur - Ruiz, Pedroso, Zhablyanov, Aciobăniţei, Valyaev - Asenov, Del Castello.

Gli ospiti trovano il gol del vantaggio quando Piergiuseppe Del Castello si smarca lungo il corridoio centrale e va a concludere a rete per il 0 a 1. Daniel Şerban riagguanta il pari con un gran gol! Il giocatore di Emiliana ha saltato due avversari, si è decentrato e dalla zona sinistra dell'area di rigore ha lasciato partire un diagonale che ha incocciato il secondo palo prima di finire nel sacco. 1 - 1 e minuti di gioco che al nostro cronometro sono adesso 36. atletico si porta sul 1 a 2 al 37°: Roberto Campanella si muove bene lungo il corridoio centrale, chiama la palla che puntualmente gli arriva e mette in rete. Calcio di rigore per Emiliana. E ci sarà parecchio da discutere questa sera, perché il replay lascia molti dubbi: il fallo sembrava concretizzarsi fuori dell'area di rigore. Sarà comunque Daniel Şerban a battere... breve rincorsa... gol! Pareggia l'undici di casa al minuto 39! Ora il risultato è di nuovo fermo sul punteggio di parità: 2 gol a testa! Trascorsi 41 minuti, Emiliana ha un'occasione per passare in vantaggio, ma Silvano Cautiero spreca tutto ciccando la conclusione al volo su un pallone arrivato da destra. Oggi il primo tempo si chiude sul risultato di 2 - 2. Riprenderemo la cronaca fra quindici minuti. Abbiamo notato come Emiliana abbia controllato il pallone più a lungo degli avversari, 56% secondo le statistiche.

Al 70°, l'arbitro segnala una sostituzione per Emiliana. Ippolito Mastroianni entra per Valerio Bolognesi. 70 minuti di gioco, atletico vuole energie fresche in campo. Florent Vasseur dà a Eloy González un veloce abbraccio mentre lascia il campo. Al 72° Kiril Zhablyanov tenta una rabona spettacolare lisciando clamorosamente la palla, ma la sua mossa manda completamente fuori tempo il terzino destro avversario e gli spalanca la porta per il piattone del vantaggio degli ospiti! 2 a 3! Zhivko Stoev tenta di negare di aver trattenuto l'avversario, peccato che il brandello di maglietta che spunta dalla sua mano renda quanto meno ridicola la sua pantomima. Un cartellino giallo sicuramente meritato. C'è un sole che spacca le pietre e Daniel Şerban, nel tentativo di trovare scampo ai suoi raggi, impiega tutta la sua velocità per cercare di tornare il prima possibile nei pochi punti all'ombra della sua zona di competenza. Inutile dire che così non aiuta particolarmente i suoi compagni a difendere. È il 76° minuto quando, con una iniziativa personale, Manuel Lomuscio apre un varco all'altezza della mediana avversaria e lascia partire un bel destro in corsa. La palla schizza verso lo specchio della porta avversaria, ma il portiere si fa trovare pronto e, per non rischiare la presa, devia in angolo respingendo coi pugni ben serrati. Contento di come procede la partita, l'allenatore di atletico ha deciso di dare qualche minuto di gloria anche a Mátyás Szentpéteri al posto di Piergiuseppe Del Castello dopo 80 minuti. Fallo tattico a metà campo di Mátyás Szentpéteri quando siamo al 80°. Da regolamento il direttore di gara estrae per lui il cartellino giallo. Al 83° leggero contatto tra un difensore avversario e Ludovic Fossier che prova disonestamente ad approfittarne gettandosi a terra come se fosse stato colpito da un tir pieno di incudini. L'arbitro, scuotendo la testa, non può che ammonirlo per simulazione. Gooooool!!! 84° e arriva il pareggio! Zhivko Stoev s'infila centralmente fra i difensori avversari e batte il portiere con un diagonale rasoterra di pregevolissima fattura. 3 - 3 e partita che ora si fa incandescente. Padroni di casa in vantaggio al 85°. L'artefice del gol è Manuel Lomuscio che, dopo una fuga solitaria sulla destra, si è presentato davanti al portiere avversario per mettere a segno la rete del 4 a 3. E i difensori dov'erano? La partita si è conclusa 4 - 3. Si svolge come di consueto il cerimoniale di fairplay, con i giocatori delle due squadre che si scambiano una stretta di mano a centrocampo. Dato importante: il centrocampo di Emiliana ha lavorato meglio di quello avversario: 58% di possesso palla.

Emiliana ai raggi x: il miglior giocatore è stato senza dubbio Ippolito Mastroianni. Piersandro Fornara evanescente. S'è visto poco e male. Prestazione da dimenticare. E non abbiamo dubbi a eleggere il migliore in campo fra i giocatori di atletico: splendida partita per Mátyás Szentpéteri. Francisco Ruiz avrà gli incubi stanotte. Ha giocato un calcio davvero opaco.

4

Finanze stagione 61

Per un operazione di trasparenza voluta fortemente dal Presidente e il suo staff la società ha deciso di mostrare l’esito complessivo finanziario della stagione appena conclusa.

Entrate Uscite
Spettatori 1 899 226 € Stipendi 1 264 392 €
Sponsor 1 450 480 € Manutenzione stadio 548 800 €
Giocatori venduti 1 596 950 € Costruzione stadio 0 €
Commissioni 496 856 € Staff 783 360 €
Altro 51 510 € Rete degli osservatori 300 000 €
Giocatori acquistati* 8 902 772 €
Altro 49 000 €
Interessi passivi 0 €
Totale entrate 5 495 021 € Totale uscite 11 848 324 €
Risultato stagionale -6 353 303 €

Dai freddi numeri si evince chiaramente che nonostante la retrocessione appena avvenuta la società stà fortemente investendo per una veloce risalita.
Ai nostri microfoni Marco Tispenno il principale curatore delle finanze dell’Emiliana: “Sono stato un acceso fautore della ‘trasparenza di bilancio’. Dobbiamo far riavvicinare la piazza alla squadra e, a mio avviso, questo è un buon modo. Sono evidenti gli investimenti sul mercato (9M n.d.a.).
Ovviamente la stagione 61 è stata particolare in quanto è stato necessario ricostruire una rosa competitiva quasi da zero. Nelle prossime stagioni ci aspettiamo un bilancio più vicino allo 0 come entrate/uscite.”

Ringraziamo Marco e vi salutiamo, Restate con noi!

3

Pre-Season 62

La società con un comunicato stampa rende nota la rosa che affronterà nella stagione a venire la VII serie.
Portieri: Giacobazzi, Fornara
Difensori/Terzini: Dumlu, Fossier, Torroni, Stoev, Sferrazza, Spanedda
Centrocampisti/Ali: Mastroianni [c], Burnete, Verhaeren, Bickel, Prandini, Lomuscio, Madaffari, Bolognesi, Sciuto
Attaccanti: Zanoli, Cavedon, Carrino, Chiacchella, Cautiero, Şerban

Allenatore: Alfredo Arias

Le prossime amichevoli previste saranno giocate in casa contro: Dunken BK (Nor) e Olympique de Maxime (Fra).

Restate collegati!