45 Archive

0

Mercato Emiliana C. B. & Coppa Italia

Grossi movimenti oggi alla sede dell’Emiliana.
Come aveva promesso il Presidente entra prepotentemente sul mercato e in una giornata si vedono la partenza del mitico Bo Ebdrup e l’arrivo all’Emiliana Arena del talentuoso Isaia Muracchini, ala con il vizio del gol.
Poche le parole spese dal Presidente che annuncia altri movimenti:
“Ci dispiace molto la partenza di Bo, ma è necessaria per far continuare la crescita della squadra: il ragazzo ha dato molto a questa maglia e la società ha dato altrettanto al giocatore. Non sarà l’unico a partire…”

Su Muracchini:
“Lo abbiamo seguito a lungo, la trattativa non è stata facile e probabilmente lo abbiamo pagato più del dovuto. Ma crediamo molto in lui, sono sicuro che farà la differenza. Inoltre con il suo acquisto continuiamo l’opera di italianizzazione della squadra, che è un altro nostro obiettivo per tenere le finanze sempre in regola.”
Il giocatore per ora ha detto solo poche parole, e per di più le solite di circostanza:
“Sono felice di essere arrivato qui. Farò il possibile per dare il mio contributo alla causa.”

Nella giornata di oggi sono anche usciti gli accoppiamenti di Coppa Italia: arriverà all’Emiliana Arena il RAFFO UNITED squadra abruzzese che milita nella VI.4, laconico il Presidente sull’accoppiamento:
“A meno che non si perdano mentre arrivano al campo, credo che anche quest’anno la coppa italia per noi finirà molto presto…”

E’ tutto. Rimanete aggiornati sempre con le ultime dall’Emiliana Arena!

0

Fine Stagione 45

Siamo ormai arrivati alla fine della stagione 45 e tiriamo le somme con il Presidente: sensazioni e opinioni dell’annata appena trascorsa e i programmi per la prossima.

Presidente cominciamo con le domande facili (ride): è più contento della prima parte di stagione, e quindi salvezza conquistata praticamente subito, o è più arrabiato per il finale con 5 risultati “inutili” consecutivi?
Sicuramente la prima. L’annata è stata importante. L’obiettivo era salvarsi senza patemi: raggiunto subito. Poi un pò di rammarico per come sono andate le ultime 5 partite c’è ovviemente, a guardare le altre del girone se vincevamo il campionato nessuno avrebbe potuto recriminare nulla… ma il calcio, si sa, è così: fai 6-7 azioni e non segni il tuo avversario un contropiede e ti punisce.

Ci vuole dare qualche nome che l’ha impressionato positivamente della sua squadra?
Parti dal presupposto che i ragazzi tutti, dal primo all’ultimo, hanno meritato di stare in campo e hanno fatto il meglio per la squadra.
Faccia un nome per reparto :)
Pepe (Tolari), Turra, Mastroianni (ma a centrocampo è difficile sono stati tutti fantastici, Ebdrup, Pellarin e vedrete cosa farà Napoletano!), Passalacqua… Voglio nominare anche Franzoni che è il nostro fantasista preferito! 😀
E il Mister?
Ha fatto bene.

Stringato nell’ultima risposta… Per l’anno prossimo cosa prevedete?
Dobbiamo puntare a migliorarci ancora.
A questo punto dobbiamo provare a fare il salto… non voglio nascondermi: dobbiamo ancora incontrarci con il resto della società e decidere come muoverci sul mercato, ci sarà qualche partenza importante.

Qualche nome?
Leggimi nel pensiero… 😀

Ok. Cambiamo discorso. Vuole fare un commento sugli ultimi avventi di Coppa del Mondo?
Certo! Sono disgustato! L’errore è talmente palese che è un’assurdità non ripetere queste partite. Il mondiale è completamente falsato… è una vergogna!

Con quest’ultima risposta ringraziamo il presidente e auguriamo buon proseguimento a chi ci segue!

———————————————————————————————-

Comunicazione di servizio
Dopo l’amichevole di questa sera la squadra sarà in vacanza, il ritiro comincerà martedì prossimo con la nuova amichevole.

0

Polisportiva 3 – 3 Emiliana

Finisce finalmente questa stagione dell’Emiliana C. B.
Altra partita e altra sfiga per la squadra di mister Esteban, ma sarà soltanto sfortuna si chiedono i maligni?
Fatto stà che oggi all’ultima di campionato i volti erano ancora tesi.
Il Presidente non ha voluto parlare ne tanto meno lo ha voluto fare l’allenatore.

La squadra in campo ha mostrato ancora tutti i limiti messi in evidenza nell’ultimo mese e mezzo: primo tempo regalato e recupero nel finale, non si può dire che non abbia orgoglio, ma è necessario entrare in campo subito concentrati.

Registriamo anche l’arrivo della giovane ala Massimiliano Serafini che, speriamo ci rilasci al più presto un’intervista esclusiva…

Stagione che finisce con l’ennesimo pareggio, 3 – 3, mentre sugli altri campi registriamo la vittoria schiacciante di kasteddu (6 – 2) che condanna Faverga alla IX e vittorie per Guspini e Pifferotto che si guadagna così il 4° posto nel girone e sarà la prima avversaria dell’Emiliana l’anno prossimo.

Complimenti a tutte le squadre ed in bocca al lupo alle uscenti dal girone! See you soon!

La cronaca della partita:

9877 i coraggiosi che hanno raggiunto Gna Faste sfidando il temporale.
Polisportiva decide di scendere in campo schierando una formazione ‭3-5-2‬ molto interessante.
Questa la formazione annunciata: Pönkkä - Lilli, Stracciari, Parascandola - Mozzarelli, Álvarez, Borgobello, Sbardella, Jara - Lane, Ricucci.
L'assetto deciso dall'allenatore di Emiliana è un ‭3-5-2‬.
I seguenti giocatori scendono in campo: Tolari - Baliga, Dimpers, Turra - Laschi, Ebdrup, Pellarin, Todde, Valant - Passalacqua, Franzoni.
Il gol del vantaggio per Polisportiva è arrivato da una bella manovra condotta sulla sinistra al 2° minuto. Tonklef Lane mette in rete, il risultato è quindi: 1 - 0.
L'incornata di Giuseppe Todde, piazzatosi sul primo palo per sfruttare un calcio d'angolo, coglie in pieno il palo. La successiva deviazione di un giocatore avversario regala un altro corner a Emiliana.
Massimo Mozzarelli tenta il tocco vincente su un cross teso dalla destra, ma il suo marcatore recupera e riesce ad anticiparlo.
È Massimo Mozzarelli ad incrementare il vantaggio di Polisportiva che ora conduce 2 - 0, il suo è un preciso tiro al volo su cross proveniente da destra che lascia di sasso il portiere.
Al 36° annotiamo per Emiliana una buona opportunità di ridurre lo svantaggio e ridare ossigeno alla partita. I difensori di casa sono però attenti e, su un tiro-cross dalla sinistra che finisce inaspettatamente sul palo, spazzano prontamente per evitare rischi inutili.
Questa per Riccardo Parascandola è davvero una partitaccia, diverse zone del campo sono completamente allagate. Queste non sono certamente le condizioni ideali per i giocatori che come lui fanno della tecnica la loro arma preferita.
Pochi svolazzi e molta sostanza per i padroni di casa, che mettono a segno un altro gol. E' il fronte sinistro della difesa ospite a essere messo sotto accusa, stavolta: classica verticalizzazione e difensori imbambolati, un gioco da ragazzi per Gandolfo Stracciari scagliarla in fondo al sacco: 3 - 0.
Al doppio fischio dell'arbitro: 3 - 0.
Emiliana ha tenuto maggiormente il pallone, controllando il gioco per il 59% del tempo.
Notevole il lavoro di Massimo Mozzarelli nella fascia centrale del campo, al 47° è lui stesso a poter chiudere l'incontro, ma il suo tiro carico d'effetto si stampa sul palo.
Al 52 minuto gli ospiti del Emiliana riaprono la partita portandosi sul 3 - 1. Leonard Pellarin è colui che mette dentro una gran palla proveniente dalla sinistra.
Boato sugli spalti: Riccardo Parascandola va vicino al gol per Polisportiva, ma dopo essersi smarcato bene sulla destra, il suo colpo di testa viene deviato in corner dal portiere ospite.
Emiliana ha bisogno di un paio di gambe fresche in campo, e dopo 60 minuti Guido Franzoni ha ceduto il posto a Orla Torp.
Dato che il capitano di Emiliana non è più in campo, è Orla Torp ad indossare la fascia ora, non senza mostrare un pizzico d'orgoglio.
Al 70°, Jarkko Pönkkä si beve come un bicchiere d'acqua il tiro dalla destra di Giuseppe Todde. Le speranze di recupero degli ospiti si fanno sempre più sottili...
Anselmo Borgobello viene ammonito per Polisportiva in seguito ad un brutto fallo.
87° minuto: con un ottimo intervento difensivo i giocatori di Emiliana hanno fermato una pericolosa azione avversaria e sono ripartiti velocissimi in contropiede. Orla Torp, scattato sul filo del fuorigioco, ha ricevuto puntualmente palla dal corridoio centrale e ha segnato il gol del 3 - 2.
Orla Torp scivola di continuo sull'erba bagnata. Della sua proverbiale velocità oggi non c'è traccia.
La squadra ospite non molla e raggiunge il pareggio dopo 88 minuti, Filips Dimpers sguscia tra i centrali e scaglia in rete il pallone: 3 - 3.
Il centrocampo di Emiliana è stato superiore a quello avversario, 57% è il possesso palla che sono riusciti ad ottenere.
Il giocatore più importante per Polisportiva è stato senza ombra di dubbio Mario Ricucci.
Roberto Jara è stato proprio una delusione, sicuramente il peggiore del suo team.
Tra i migliori per Emiliana bisogna senz'altro menzionare Franco Passalacqua, una prestazione eccezionale la sua.
Pessima gara per Pepe Tolari.
La partita si chiude sul punteggio di 3 - 3. Malgrado l'agonismo mostrato in campo, i giocatori delle due squadre si radunano a centrocampo per il consueto cerimoniale di fairplay.

0

Emiliana 0 – 3 kasteddu70

L’Emiliana non vince più!
Ormai per vedere l’ultima vittoria bisogna tornare indietro di un mese, un terzo di campionato.
E’ il Presidente a presentarsi ai microfoni nel dopopartita.

Presidente, la settimana scorsa l’abbiamo vista arrabbiatissimo per l’ennesimo pareggio… oggi invece venite sconfitti in casa e la vedo più tranquillo. Cosa stà succedendo alla squadra?
“Oggi non sono tranquillo. Oggi mi sento rassegnato. Oggi spero si chiuda questo ciclo. Oggi è un giorno triste perchè dimostra che in questo gioco c’è bisogno di tanto Culo

Stà pensando di abbandonare di nuovo (e tornare sulle spiagge di Santo domingo)?
“Stà scherzando? Prima o poi la sfortuna girerà, io faccio l’inbocca al lupo a Kasteddu che da oggi può festeggiare la promozione ma mi chiedo se sia meritata. Kasteddu ha vinto molte partite ‘strane’ “.

Campionato truccato dice?
“Non dico questo. Ma ho già detto troppo, tirate le vostre conclusioni.”

Vuole cominciare a tirare le somme della stagione ormai agli sgoccioli?
“Per noi è stato un anno fantastico. La squadra continua a crescere costantemente, e, considerato che le ci mancano 9 punti delle ultime 4 partite, direi che se finivamo molto più su nessuno si sarebbe lamentato… ma questo è il calcio, questo è il gioco. Cercheremo di fare meglio l’anno prossimo. Spero che i nostri tifosi continuino a starci vicino.”

Parole forti dal Presidente che ci ha gentilmente offerto l’intervista nonostante la comprensibile arrabbiatura.
Ora come al solito la cronaca della partita:

Non si può chiedere di più al cielo che sovrasta Emiliana Arena, e infatti sono 21751 gli spettatori presenti.
L'assetto deciso dall'allenatore di Emiliana è un ‭2-5-3‬.
Fanno il loro ingresso sul terreno di gioco: Tolari - Turra, Baliga - Mastroianni, Ebdrup, Pellarin, Todde, Laschi - Torp, Franzoni, Passalacqua.
La tattica di kasteddu70 prevede un interessante ‭3-5-2‬.
Questa la formazione annunciata: Paratore - Matute Llera, Jordan, Chazan - Offelli, Martinovic, Quinhones, Ur, Kriaučionis - Breukink, Marstein.
Emiliana privilegia l'attacco per vie centrali a discapito di quello sulle fasce.
La rapidità di Mark Vincent Marstein la conosciamo tutti, proprio grazie ad essa si è liberato del suo marcatore ed ha servito Ray Breukink che ha messo in rete il gol del 0 - 1.
Gailutis Kriaučionis ha fatto gol! Giunto in area dal centro del campo, ha arpionato un pallone proveniente dalle sue spalle; il tiro a seguire non è stato poi impeccabile, ma anche la risposta di Pepe Tolari ha lasciato a desiderare, concedendo agli ospiti il gol numero 2.
0 - 2, e siamo a metà gara.
Nella zona nevralgica del campo Emiliana ha avuto la meglio, controllando il gioco per un buon 55% della frazione.
Danilo Offelli tira una randellata al suo avversario. Ammonizione per lui, quando sono trascorsi 71 minuti dall'inizio dell'incontro.
Poteva essere l'inizio della rimonta per i padroni di casa, ma Bo Ebdrup non capisce che non è il momento di dare spettacolo e tenta un tunnel sul portiere. Diego Paratore è sveglio e non si fa fregare così facilmente!
La partita è arrivata al 85° minuto quando Ray Breukink irrompe dalla destra e segna fin troppo facilmente scatenando la contestazione del pubblico di casa. kasteddu70 è ora sul 0 - 3.
Ray Breukink riceve una brutta gomitata alla schiena non vista dall'arbitro; il mister di kasteddu70 preferisce però tenere in campo il giocatore, anche se non al meglio, piuttosto che sostituirlo.
Il portiere ospite, Diego Paratore, si produce in una papera clamorosa rinviando debolmente proprio sui piedi di Leonard Pellarin, che ormai recuperava la propria posizione sulla destra del fronte d'attacco. L'occasione è per lui ghiottissima, ma invece di avanzare ulteriormente calcia senza guardare la porta e spedisce il pallone in curva. Occasione persa per Emiliana.
Questi 45 minuti hanno visto prevalere Emiliana, con una percentuale del 56%.
Fra i giocatori di Emiliana spicca sicuramente l'operato di Franco Passalacqua.
Pessima gara per Pepe Tolari.
Il sito internet dei fan di kasteddu70 ha eletto Mark Vincent Marstein come migliore in campo.
Diego Paratore è stato proprio una delusione, sicuramente il peggiore del suo team.
Arriva il fischio finale sul punteggio di 0 - 3. Le squadre si radunano a centrocampo e si stringono la mano, un gesto che fa bene al calcio.

0

Emiliana 3 – 3 Cardetole

“E’ assurdo! Non è possibile giocare così!!!”
Son queste le sole parole urlate dal Presidente dopo l’ennesimo pareggio della squadra.
Più pacate quelle di Mister Esteban ai microfoni dei giornalisti presenti:

Mister anche oggi meritavate di vincere ed anche oggi vi trovate con un punto in mano…
“Si. E aggiungo anche ‘per fortuna!’. Per come si erano messe le cose la partita sembrava compromessa poi con la forza di volontà i ragazzi sono riusciti a controbbattere la sfiga che ci perseguita…
Oggi, tra l’altro, abbiamo esordito nel nuovo stadio che ci ha regalato il nostro presidente 22.000 posti, e devo dire che la risposta del pubblico è stata fantastica… voglio ringraziare ad uno ad uno tutti i presenti.”

Tornando alla partita… tutta sfortuna quindi?
“Andate a rivedervi le ultime partite se le rigiochiamo tutte li asfaltiamo…”

Cosa sente di dire ai suoi giocatori?
“Io i miei ragazzi li ringrazio ogni giorno. Ci mettono sempre l’anima e il recupero di oggi lo dimostra… “

Anche nelle restanti partite risultati a sorpresa, Polisportiva 2 – 3 FAV e soprattutto Pifferotto 4 – 2 Guspini con i Guspini che vedono allontanarsi la capolista che vince facile in casa.

Il commento della partita:
Non si può chiedere di più al cielo che sovrasta Emiliana Arena, e infatti sono 21518 gli spettatori presenti.
Emiliana ha deciso di utilizzare un ‭3-5-2‬.
Questi i giocatori in campo dal primo minuto: Tolari - Turra, Baliga, Dimpers - Mastroianni, Todde, Pellarin, Ebdrup, Laschi - Molinari, Passalacqua.
Cardetole ha optato per uno strategico ‭2-5-3‬.
Fanno il loro ingresso sul terreno di gioco: Tafur - Blanco Valdés, Resul - De Meo, Bottussi, Schrankl, Dalemans, Pagnoncelli - Cozma, Chiaverotti, Pezzoni.
Emiliana cercherà di fare pressione sui corridoi laterali per arrivare a rete.
Oggi i giocatori di Cardetole concentreranno i loro sforzi sulle fasce.
Solo un cartellino giallo per Martino Laschi di Emiliana, dopo una brutta entrata da dietro al 29°.
Gli ospiti trovano il gol del vantaggio quando Silvano Pezzoni si smarca lungo il corridoio centrale e va a concludere a rete per il 0 - 1.
Abbiamo paura che i tifosi di Cardetole dovranno aspettare un po' per rivedere in campo Cristoforo Pagnoncelli. Lo vediamo a terra rantolante, mentre sta per entrare da bordo campo il sostituto designato: Rok Cigale.
Emiliana riesce a pareggiare: Bo Ebdrup si invola sulla fascia sinistra e, dopo aver fintato il cross, converge e piazza un piattone sul primo palo di un non incolpevole Regis Manuel Tafur. E ora siamo 1 - 1!
Cardetole si porta sul 1 - 2 al 40°: Florin Cozma si muove bene lungo il corridoio centrale, chiama la palla che puntualmente gli arriva e mette in rete.
Sul parziale di 1 - 2 le compagini vanno a bere un thè caldo.
Il centrocampo di Emiliana è stato superiore a quello avversario, 60% è il possesso palla che sono riusciti ad ottenere.
Emiliana è alla continua ricerca del pareggio e, in questa fase della partita, pare concentrare la sua attenzione sul corridoio centrale, dove ha raggiunto un certo predominio. Diverse le conclusioni dalle varie distanze, ma il pacchetto arretrato si oppone con mestiere ed efficacia.
Antonio Chiaverotti non si lascia scappare l'occasione quando portiere e difensore centrale della squadra di casa non si capiscono. È il 56° minuto. Siamo sul 1 - 3 per Cardetole.
Scontento del risultato finora maturato, l'allenatore di Emiliana approfitta del gioco fermo al 62° minuto per dare nuove direttive ai suoi giocatori.
I giocatori di Emiliana ascoltano attentamente il loro allenatore, visto che sta dando nuove istruzioni tattiche per la squadra.
È Franco Passalacqua che accorcia le distanze per i padroni di casa dopo una bella discesa lungo il corridoio centrale saltando un Regis Manuel Tafur esitante nell'uscita. Ed è proprio il portiere ospite, non esente da colpe, a tranquillizzare il proprio reparto difensivo assicurando che il parziale rimarrà a loro favorevole. 2 - 3.
La costante pressione degli uomini di casa sul lato sinistro della difesa ospite viene alla fine premiata: Giuseppe Todde salta il terzino, e - come un bomber di professione - fa dell'egoismo la propria forza: palla scagliata nel sacco e gol del pari. 3 goal per i padroni di casa, sempre 3 per gli ospiti.
Nella zona nevralgica del campo Emiliana ha avuto la meglio, controllando il gioco per un buon 61% della frazione.
Il giocatore più importante per Emiliana è stato senza ombra di dubbio Franco Passalacqua.
Pepe Tolari è stato proprio una delusione, sicuramente il peggiore del suo team.
Il sito internet dei fan di Cardetole ha eletto Simon Schrankl come migliore in campo.
Pessima gara per Regis Manuel Tafur.
La partita è terminata 3 - 3. Le due squadre si radunano a centrocampo per scambiarsi una stretta di mano. I tifosi di entrambe le squadre applaudono la sportività dimostrata.

0

Gait-Jan de Jong

Vista la forzata uscita di scena di Urzaiz la società si è vista costretta a intervenire nuovamente sul mercato.
Acquistato con trattativa lampo Gait-Jan de Jong.
Gait-Jan, olandese con il vizio del gol su calci piazzati, è arrivato per una cifra che non supera i 100k.
Per ora è fuori forma viste le poche partite giocate ultimamente ma la società spera di recuperarlo il prima possibile.

Le prime dichiarazioni del giocatore mentre arrivava in sede per le visite mediche:
“Comincerò già da domani ad allenarmi intensamente, devo assolutamente recuperare la forma partita. Sono più di due mesi che non gioco una partita ufficiale.”*

Ai giornalisti che chiedevano dei motivi di attrito con la vecchia società il giocatore risponde solo:
“Non voglio parlarne. Ora penso solo a questa società che mi stà dando una grande occasione, devo sfruttarla al massimo.”*

*Tradotto dall’Olandese

0

Daniel Urzáiz

La società è lieta di presentare Daniel Urzáiz come nuovo responsabile del Marketing.
Daniel dopo quattro stagioni in squadra a causa di un grave infortunio ha dovuto lasciare il campo.
La società l’ha quindi fatto entrare nella famiglia.

Se volete gadget, magliette, cappellini o altro non dovete fare altro che chiedere a Daniel!

0

FAV 2 – 2 Emiliana

Partite che hanno dell’incredibile oggi nel girone VIII.1012: la capolista è uscita clamorosamente sconfitta sul campo amico e Kasteddu si trova così in testa per la prima volta!
L’Emiliana C. B. è stata anch’essa clamorosamente fermata in trasferta sul 2 – 2.
Ai nostri microfono uno sconsolato Mister Esteban:
“Cosa c’è da aggiungere a questa partita? Abbiamo sbagliato un rigore, siamo andati due volte in vantaggio e non abbiamo avuto la forza di chiudere la partita.
Loro non hanno fatto molto con un’occasione e mezza hanno fatto 2 gol. Dobbiamo cercare di capire cosa succede in queste partite.”

Di nuovo a segno dopo due partite senza reti Passalacqua che però ha sbagliato un’altra occasione:
“C’è poco da dire, abbiamo dominato, meritavamo di vincere ma abbiamo pareggiato.”

Per la promozione si deciderà tutto nelle ultime sfide, noi diamo per favoriti ancora Guspini visto che Kasteddu deve ancora fare la difficilissima trasferta all’Emiliana Arena.

Infine la cronaca della partita:
Non si può chiedere di più al cielo che sovrasta DECO ARENA, e infatti sono 16226 gli spettatori presenti.
FAV ha deciso di utilizzare un ‭4-4-2‬.
I seguenti giocatori scendono in campo: Van Waerbeke - Jørgensen, Sgroi, Resnati, Teodori - Kolchofer, Gauthier, Mudri, Gonner - Ertaylan, Ronchetti.
Emiliana ha optato per uno strategico ‭2-5-3‬.
Fanno il loro ingresso sul terreno di gioco: Tolari - Dimpers, Baliga - Laschi, Pellarin, Ebdrup, Todde, Mastroianni - Molinari, Franzoni, Passalacqua.
Al minuto 32 Ippolito Mastroianni ha sbagliato clamorosamente un calcio di rigore per Emiliana, il suo tiro è finito alle stelle. Al Mister inviperito ha fatto cenno di essere stato tradito da una buca nel terreno. Tsè!
Ottima azione sulla destra di Franco Passalacqua, il suo doppio passo inganna il diretto marcatore e gli permette di involarsi indisturbato a segnare il gol del vantaggio ospite: 0 - 1.
Al 39° minuto si verifica uno scontro aereo fra la testa di Bo Ebdrup e quella di un suo avversario. Il giocatore di Emiliana sembra avere la peggio, ma con la grinta di un leone tiene duro e rientra in campo con una vistosa fasciatura.
Che classe! Intuizione geniale di un giocatore della squadra ospite, che al 41° pesca Franco Passalacqua solo al centro dell'area. Il tiro però è da dimenticare e finisce alto sulla traversa, peccato!
Al doppio fischio dell'arbitro: 0 - 1.
Questi 45 minuti hanno visto prevalere Emiliana, con una percentuale del 64%.
FAV ha stretto la marcatura su Martino Laschi per evitare che parta in velocità. Ma quando gli si è presentata una occasione, dopo 61 minuti, è stato il rapido Pierpaolo Sgroi a bloccarlo e salvare i suoi.
Dopo 67 minuti di gioco Robert Jørgensen si fa spazio tra le righe avversarie e mette a segno per FAV la rete del 1 - 1. Siamo ora in parità.
Non fanno un granché i difensori di casa per impedire il gol del vantaggio ospite ad opera di Filips Dimpers che si libera sulla destra e conclude a rete con un tiro angolatissimo: al 69°, 1 - 2.
Durante un contrasto aereo non visto dall'arbitro, Przemysław Baliga viene spinto e cade male sul piede d'appoggio, quando prova a rialzarsi tutti notano la sua andatura claudicante: il minuto è il 70° e Mario Turra deve prendere il suo posto.
- Qualche centimetro più in là e sarebbe entrata! - sembra urlare Ippolito Mastroianni: il suo calcio di punizione si spegne sul fondo.
Calcio di punizione di seconda assegnato a FAV. Ottima combinazione studiata in allenamento e palla filtrante per Marco Kolchofer che, senza esitare, insacca alle spalle del portiere avversario. 2 - 2, quando siamo giunti al 83° minuto di gioco.
Il possesso di Emiliana è stato superiore a quello avversario, con un discreto 64%.
Fra i giocatori di FAV spicca sicuramente l'operato di Cefa Ertaylan.
Jempy Gonner è stato proprio una delusione, sicuramente il peggiore del suo team.
Tra i migliori per Emiliana bisogna senz'altro menzionare Franco Passalacqua, una prestazione eccezionale la sua.
Pepe Tolari ha disputato una prova davvero deludente.
La partita si chiude sul punteggio di 2 - 2. Malgrado l'agonismo mostrato in campo, i giocatori delle due squadre si radunano a centrocampo per il consueto cerimoniale di fairplay.

0

L’Emiliana si allarga!

Con una conferenza stampa a sorpresa il Presidente fa un annuncio che ha del clamoroso:
“Vista la costante affluenza del nostro meraviglioso pubblico e il costante aumento del Club dei tifosi, il consiglio direttivo ed io in prima persona abbiamo deciso un nuovo ampliamento del nostro stadio.
I Posti da 16.000 diventeranno 22.000.
I lavori dovrebbero concludersi entro la prossima partita ufficiale in casa l’11/06.”

Presidente ma l’ultimo ampliamento è stato fatto appena 10 settimane fa!!?!
“Vi ripeto, non ci aspettavamo un affluenza così sostanziosa. Ovviamente ne siamo molto contenti – ride – e vogliamo creare una casa accogliente per tutti…”

Questo vuol dire che il prossimo anno puntate alla promozione?
“E chi l’ha detto? I nostri obiettivi saranno definiti quando il consiglio si riunirà a fine anno… ora è presto per dire qualsiasi cosa… pensiamo a finire al meglio questo di anno!”

0

Emiliana 1 – 1 Guspini

Finisce in parità, 1 – 1, il match clou della 10 giornata all’Emiliana Arena, davanti ad un pienone ampiamente annunciato l’Emilina non riesce ad incidere in attacco nonostante in netto predominio di possesso palla.

Sottotono Passalacqua che non riesce ad incidere più di tanto nel match.
Poche parole dal Presidente:
“Peccato. Oggi abbiamo sprecato una bella occasione per riavvicinarci alla vetta.
Probabilmente è stata anche l’ultima. Ora cerchiamo di fare il meglio possibile in questo finale di stagione e cerchiamo di rinforzarci per rifare un campionato di vertice anche l’anno prossimo.”

giornalista: “Quinidi per quest’anno non siete contenti dei risultati?”
“No al contrario! Non storpiate le dichiarazioni, per favore, l’annata è stata fantastica. Solo che ora dobbiamo cominciare a pensare alla prossima: la nostra priorità è sempre migliorarci e anche quest’anno ci siamo riusciti!”
g: “E’ preoccupato per la crisi economica?”
“Per ora no. Vedremo cosa succederà da qui a qualche mese…”

La cronaca della partita:
A Emiliana Arena, sono arrivati 16000 tifosi, nonostante la minaccia di pioggia.
L'assetto deciso dall'allenatore di Emiliana è un ‭3-5-2‬.
Ecco la formazione: Tolari - Baliga, Turra, Dimpers - Laschi, Ebdrup, Todde, Pellarin, Napoletano - Franzoni, Passalacqua.
La tattica di Guspini prevede un interessante ‭3-5-2‬.
Questi i giocatori in campo dal primo minuto: Sanz del Prado - 静麟 (Jinglin), Bicskei, Korkmaz - Pantanella, Scocchi, Rantolo, Yüce, Adolfsson - Vick, Renard.
Ettore Scocchi è andato molto vicino a portare gli ospiti in vantaggio al 3°, in seguito ad una azione personale dal centro conclusa con un tiro angolato che però Pepe Tolari è riuscito a deviare in angolo.
Bellissimo il fraseggio tra le punte di Emiliana nella zona centrale del campo: Franco Passalacqua viene servito con un bel colpo di tacco al 18°, ma la conclusione finisce alta sopra la traversa.
Al 27°, i padroni di casa falliscono una ghiotta occasione per passare; Cristiano Napoletano colpisce al volo un pallone proveniente dalla destra ma il pallone sfiora il montante opposto.
Guspini ha avuto un'ottima opportunità per portarsi in vantaggio ma il portiere di casa Pepe Tolari ha salvato sul pericoloso affondo dalla destra di Peter Adolfsson.
0 - 0, e siamo a metà gara.
Il possesso di Emiliana è stato superiore a quello avversario, con un discreto 56%.
Oggi Martino Laschi sembra proprio una saetta. Al 48° minuto fugge sulla fascia alla velocità della luce. Cansever Korkmaz riesce a recuperare appena in tempo chiudendo una bella diagonale.
Emiliana ha una ghiotta occasione per passare in vantaggio al 54° minuto, quando un bel cross dalla destra pesca Przemysław Baliga tutto solo davanti al portiere. Il giocatore però non riesce a coordinarsi e la palla si stampa sul palo.
Cansever Korkmaz gioca come se fosse a casa propria, e non si cura dei fischi del pubblico avverso. Proprio al 56° minuto ne dà dimostrazione, quando, con tutta la freddezza che possiede, trasforma il calcio di rigore che porta in vantaggio Guspini: 0 - 1.
Siamo al 62, Guido Franzoni si smarca al centro, riceve palla e, superando anche il portiere, calcia a colpo sicuro: è il gol del pareggio! 1 - 1.
Emiliana ha tenuto maggiormente il pallone, controllando il gioco per il 58% del tempo.
Tra i migliori per Emiliana bisogna senz'altro menzionare Bo Ebdrup, una prestazione eccezionale la sua.
Pepe Tolari non ha offerto una prestazione degna delle sue migliori giornate.
Davide Rantolo è stato autore di giocate memorabili, senza dubbio il migliore in campo nelle file di Guspini.
Francesco Pantanella è stato proprio una delusione, sicuramente il peggiore del suo team.
La partita è finita 1 - 1. Al rientro negli spogliatoi la squadra ospite viene accolta dagli applausi dei giocatori di casa disposti in due file. Anche il pubblico si alza in piedi per applaudire.