Archive for February, 2017

0

Strega Rossa – One Eye Team 2-3

Vittoria fuori casa in una partita veramente molto combattuta, contro una rivale diretta per le prime posizioni in classifica. Dopo la strigliata del mister Arevalo della scorsa settimana, questo sabato i giocatori hanno dato tutto per la squadra, riuscendo a segnare il gol della vittoria a pochi minuti dalla fine, con una splendida punizione del nuovo arrivato Sezai Balaz, che al suo esordio segna una doppietta decisiva.

Qua (Strega Rossa – One Eye Team 2-3) il resoconto completo della partita, di seguito le azioni salienti:

Siamo al minuto 5, Dimitri Coquel, a terra a seguito di una brutta storta alla caviglia sinistra, deve lasciare il campo. Il giocatore che lo sostituisce è Karsten Bach.

Siamo al 6° minuto e i padroni di casa hanno l’opportunità di passare in vantaggio. Convulsa mischia in area, tocco di mano di un difensore e calcio di rigore. Inutili le proteste degli ospiti, Giorgio Pinga raccoglie il pallone e va a posizionarlo sul dischetto. Sullo stadio cala un silenzio irreale. Ecco la battuta…gol! Cambia il punteggio: siamo sul 1 a 0.

22° minuto. Assegnato un rigore inesistente a Team: da tutti i settori dello stadio giungono frasi ingiuriose all’indirizzo dell’arbitro. In particolare dalla tribuna d’onore registriamo: “arbitro, c’hai più corna tu che un cesto di lumache!!!”. Sezai Balaz calcia bene e insacca: e 1!

Vitaliano Sali si porta verso il vertice destro dell’area grande, si gira e tira una sassata che il portiere può solamente sfiorare. 1 – 2 e locali impietriti.

Gooooool!!! 69° e arriva il pareggio! David Gobato s’infila centralmente fra i difensori avversari e batte il portiere con un diagonale rasoterra di pregevolissima fattura. 2 – 2 e partita che ora si fa incandescente.

Team si porta in vantaggio con una splendida punizione a foglia morta di Sezai Balaz. Il punteggio è ora 2 a 3.

La partita è finita 2 – 3. Al rientro negli spogliatoi la squadra ospite viene accolta dagli applausi dei giocatori di casa disposti in due file. Anche il pubblico si alza in piedi per applaudire. Sostanziale parità per quanto riguarda il possesso palla.

0

One Eye Team – A.C Nuvolera 2-3

Dopo l’uscita dalla Coppa (One Eye Team – F.C. Mecenate 0-3), arriva anche una sconfitta casalinga in campionato, a riprova che le parole dell’allenatore Arevalo di settimana scorsa erano giustificate: lo abbiamo infatti visto uscire dal campo a fine partita molto arrabbiato coi suoi giocatori, dando comunque merito agli avversari che con tre gol in contropiede hanno vinto la gara, tatticamente prima di tutto.

Qua (One Eye Team – A.C Nuvolera) trovate il resoconto completo della partita, di seguito le azioni salienti di cronaca:

3′: Maximilian Gleichheit mette il liberissimo Karsten Bach davanti alla porta avversaria con uno splendido passaggio filtrante; il portiere non può far altro che guardare la palla sibilare a fil di palo e uscire. Che occasione sprecata da Team!

Al minuto 22 Nuvolera recupera palla e con un lancio millimetrico serve Gene Rospigliosi, che scarta un difensore sulla destra e batte il portiere con un tocco letale. Un contropiede magistrale che vale il gol del 0 a 1.

Spettacolare rete di Vito Falbo! Il giocatore di Nuvolera ha rubato palla sul versante destro dell’attacco avversario, lanciandosi in un velocissimo contropiede. Imprendibile per tutti, dopo quasi 70 metri di corsa ha saltato anche il portiere andando a mettere in rete il gol del 0 a 2.

Reteee! Maximilian Gleichheit centra il bersaglio grosso con un traversone fortunoso che, da destra, s’insacca dall’altra parte disegnando una traiettoria irripetibile. 55° e Maximilian Gleichheit che riaccende la fiammella: 1 – 2.

Interrotta l’azione avversaria, un uomo di Nuvolera ha pensato bene di reimpostare immediatamente con un lancio di 60 metri sul quale si è catapultato a perdifiato Sebastiano Oppedisano che, con un tocco liftato, ha superato il portiere avversario in uscita disperata. Magistrale ripartenza che porta al gol: 1 a 3.

Rete! Rete del 2 – 3! E lasciateci raccontare questa realizzazione, perché davvero ne vale la pena. È Maximilian Gleichheit che ha tentato il destro dai venti metri, svirgolando il pallone. Sfera che s’è impennata ed è andata a incocciare fortuitamente Jan Olsen, il quale, tutto solo, non ha dovuto far altro che beffare il portiere. Un vero colpo di fortuna per Team!

L’incrocio dei pali ha ricacciato in gola l’urlo dei tifosi di Team. Anche Cătălin Tropotei è rimasto immobile ad osservare la rasoiata dai 30 metri di Maximilian Gleichheit stamparsi sul legno. Il risultato non cambia, siamo al 79°.

La partita si è conclusa 2 – 3. Si svolge come di consueto il cerimoniale di fairplay, con i giocatori delle due squadre che si scambiano una stretta di mano a centrocampo. Abbiamo notato come Team abbia controllato il pallone più a lungo degli avversari, 63% secondo le statistiche.

0

F.C. FIVIZZANO – One Eye Team 1-2

Terza giornata di campionato e terza vittoria consecutiva per la One Eye, che si ritrova anche Umberto Mazzuoli capocannoniere momentaneo con 5 reti segnate. Il mister Arevalo predica comunque umiltà, cercando di mantenere i giocatori con i piedi per terra.

Qua (F.C. FIVIZZANO – One Eye Team 1-2) la cronaca completa, di seguito un riassunto con le azioni salienti del math

Parecchi giocatori sembrano soffrire il caldo e sono in continuazione disorientati dalle meravigliose giocate di Silverio Pavone.

Rete per i padroni di casa, ed è una polveriera lo stadio! Punizione favolosa di José Alberto Vela, che ha superato la barriera e spedito il pallone nell’angolo basso del primo palo. Niente da fare per il portiere! 1 a 0.

Siamo al minuto 32, Alexander Botta, a terra sofferente a seguito di una brutta storta alla caviglia destra, deve lasciare il campo in barella. Questo offre a Casimiro Franceschilli un’opportunità per entrare in campo.

Team ribalta l’azione di gioco mettendo Dimitri Coquel praticamente solo davanti al portiere. A questo punto per lui è solo una formalità. Al 51° siamo sul 1 a 1.

Team si porta sul 1 a 2 al 52°: Umberto Mazzuoli si muove bene lungo il corridoio centrale, chiama la palla che puntualmente gli arriva e mette in rete.

La partita si è conclusa 1 – 2. Si svolge come di consueto il cerimoniale di fairplay, con i giocatori delle due squadre che si scambiano una stretta di mano a centrocampo. 65% di possesso palla per FIVIZZANO, squadra che ha fatto girare meglio il pallone in mezzo al campo.