Strega Rossa – One Eye Team 2-3

Vittoria fuori casa in una partita veramente molto combattuta, contro una rivale diretta per le prime posizioni in classifica. Dopo la strigliata del mister Arevalo della scorsa settimana, questo sabato i giocatori hanno dato tutto per la squadra, riuscendo a segnare il gol della vittoria a pochi minuti dalla fine, con una splendida punizione del nuovo arrivato Sezai Balaz, che al suo esordio segna una doppietta decisiva.

Qua (Strega Rossa – One Eye Team 2-3) il resoconto completo della partita, di seguito le azioni salienti:

Siamo al minuto 5, Dimitri Coquel, a terra a seguito di una brutta storta alla caviglia sinistra, deve lasciare il campo. Il giocatore che lo sostituisce è Karsten Bach.

Siamo al 6° minuto e i padroni di casa hanno l’opportunità di passare in vantaggio. Convulsa mischia in area, tocco di mano di un difensore e calcio di rigore. Inutili le proteste degli ospiti, Giorgio Pinga raccoglie il pallone e va a posizionarlo sul dischetto. Sullo stadio cala un silenzio irreale. Ecco la battuta…gol! Cambia il punteggio: siamo sul 1 a 0.

22° minuto. Assegnato un rigore inesistente a Team: da tutti i settori dello stadio giungono frasi ingiuriose all’indirizzo dell’arbitro. In particolare dalla tribuna d’onore registriamo: “arbitro, c’hai più corna tu che un cesto di lumache!!!”. Sezai Balaz calcia bene e insacca: e 1!

Vitaliano Sali si porta verso il vertice destro dell’area grande, si gira e tira una sassata che il portiere può solamente sfiorare. 1 – 2 e locali impietriti.

Gooooool!!! 69° e arriva il pareggio! David Gobato s’infila centralmente fra i difensori avversari e batte il portiere con un diagonale rasoterra di pregevolissima fattura. 2 – 2 e partita che ora si fa incandescente.

Team si porta in vantaggio con una splendida punizione a foglia morta di Sezai Balaz. Il punteggio è ora 2 a 3.

La partita è finita 2 – 3. Al rientro negli spogliatoi la squadra ospite viene accolta dagli applausi dei giocatori di casa disposti in due file. Anche il pubblico si alza in piedi per applaudire. Sostanziale parità per quanto riguarda il possesso palla.