Ultime notizie serisssssime
0

Dopo Benito Zeno 1\66

isidoro toni 1\66

Isidoro Toni (1\66)

Lo abbiamo cercato parecchio, e un paio di papabili ci sono andati davvero vicini a essere designati della pesante maglia numero 7 oggi di Benito Zero, ieri di Manuel Maria Pacheco, ieri l’altro di Quim Peixoto.

Da sempre la maglia numero 7 significa nella nostra squadra attaccante esterno completamente fatto in casa ed allenato per tutta la sua carriera. Significa anche, da Pacheco in poi, bandiera, carriera completa nella Palo FC 1989. Significa anche oltre 400 reti ufficiali.

Siamo felici che con Isidoro Toni significherà anche giocatore delle nostre giovanili.

Benito Zeno ha 33 anni e non è eterno. Toni si farà un po’ di tempo tra le riserve, poi prenderà il posto titolare di Bonvini quando questo arriverà a fine ciclo e poi all’addio del nostro attuale numero 7, ne prenderà la maglia.

0

Storie di titolari

Stag. 65

Ecco i giocatori che costituiranno l’undici titolare: Pigozzi – [Ravenstein] Bertolissi, Belfiore – Ucci, Degli Esposti, Calanni, Sossi, Battistutta – Zeno, Pinciani [Tapparello], Bonvini.

Stag. 64

Ecco i giocatori che costituiranno l’undici titolare: Pigozzi – Bertolissi, Ravestein – Ucci, Sossi, Calanni, Belfiore, Battistutta – Zeno, Pinciani, Bonvini.

Stag. 63

Ecco i giocatori che costituiranno l’undici titolare: Pigozzi – Bertolissi, Ravestein – Ucci, Degli Esposti, Calanni, Belfiore, Battistutta – Zeno, Pinciani, Bonvini.

Stag. 62

Siamo in grado di elencarvi la formazione in campo dal primo minuto: Schimmel – Ravestein, Bertolissi – Ucci, Belfiore [Saranello], Calanni, Battistutta [Bulgarelli], De Pasquale – Zeno, Pinciani, Stiletto.

Stag. 61

Un 3-4-3 piuttosto interessante è la formazione con cui Palo sembra schierarsi in campo. Udiamo in questo momento lo speaker pronunciare la formazione: Fioravanti – Bertolissi, Belfiore, Ravestein [Pasero] – Ucci, Calanni [Imparato], Saranello, Bulgarelli [De Pasquale] – Zeno, Stiletto, Bonvini [Voroli].

Stag. 60

La tattica di Palo è chiaramente un 2-5-3. Udiamo in questo momento lo speaker pronunciare la formazione: Fioravanti – Belfiore, Pasero – Imparato [Sinigaglia], Bulgarelli, Saranello, De Pasquale, Ucci – Zeno, Stiletto, Voroli.

STAGIONI 50-59

Stag. 59

La tattica di Palo è chiaramente un 2-5-3. Siamo in grado di elencarvi la formazione in campo dal primo minuto: Fioravanti [Guerri] – [Razzante] Belfiore, [Torresan] Pasero – Ucci, Bulgarelli, Saranello, Sinigaglia, Imparato – Zeno, Stiletto, Voroli.

Stag. 58

Siamo in grado di elencarvi la formazione in campo dal primo minuto: Guerri [Schimmel] – Torresan [Pasero], Razzante – Bulgarelli, Calamandrei, Saranello, Sinigaglia, Ucci – Stiletto [Calamandrei], Zeno, Voroli.

Stag. 57

Udiamo in questo momento lo speaker pronunciare la formazione: Schimmel – Pasero, Orizio, Razzante – Torresan, Saranello, Sinigaglia, Imparato – Stiletto [Rughetti], Voroli, Zeno.

Stag. 56

Siamo in grado di elencarvi la formazione in campo dal primo minuto: Schimmel – Pasero, Razzante – Bulgarelli, Saranello, Torresan, Sinigaglia, Imparato – Voroli, Calamandrei [Zeno], Bucciaglia.

Stag. 55

Siamo in grado di elencarvi la formazione in campo dal primo minuto: Chapuis – Ardea, Glud, Enroth – Calidoni, Zampini, Saranello, Manzini – Zeno, Liva [Cavedagna], Pezzoni [Patano].

Stag. 54

Pacheco – Glud, Toccoli, Proto – Liva, Toninelli, Mallus, Blotto – Zeno, Patano, Cavedagna.

Stag. 53

Udiamo in questo momento lo speaker pronunciare la formazione: Pacheco – Pallini, Glud – Cavedagna, Toccoli, Claverini, Marcandalli, Lamandini – Zeno, Tramelli, Al-Halali.

Stag. 52

La formazione che sta in questo momento disponendosi sul terreno verde è la seguente: Faggio – Lucangeli, Glud – Marcandalli, Toccoli, Carone, Mpesya, Rampone – Al-Halali, Zeno, Soudan.

Stag. 51

Ecco i giocatori che costituiranno l’undici titolare: Faggio – Falzano, Glud, Caccamo, Neveu – Caforio, Borreca, Rampone – Bonanno, Al-Halali, Zeno.

Stag. 50

La formazione che sta in questo momento disponendosi sul terreno verde è la seguente: Faggio – Neveu, Caccamo, Csiki, Argio – Rampone, Borreca, Palazzo – Al-Halali, Zeno, Bonanno.

STAGIONI 40-49

Stag. 49

Siamo in grado di elencarvi la formazione in campo dal primo minuto: Faggio – Capisco, Csiki, Bellina – Ceberek, Radere, Borreca, Palazzo – Alaraappana, Schluep, Pacheco.

Stag. 48

In campo dal primo minuto: Bizzo – Lisanti, Radere, Csiki, Zawiliński – Capisco, Bonomo, Levante – Angiozzi, Fargnoli, Pacheco.

Stag. 47

In campo dal primo minuto: Pacheco – Marzano, Tecchio, Fattor, Pescaglini – Zebedeo, D’aviri, Pacheco – Grazioli, Angiozzi, Macello

Stag. 46

Siamo in grado di elencarvi la formazione in campo dal primo minuto: De Vecchi – Caruk, Dobbyn, La Face, Eusebi, Richetto – Sedmar, Cantarini, Botero – Pacheco, Kajaste.

Stag. 45

La formazione che sta in questo momento disponendosi sul terreno verde è la seguente: De Vecchi – Pardo García, Dobbyn, La Face, Kelez, Kellerbacher – Fava, Cantarini, Bonfiglio – Zebedeo, Pacheco.

Stag. 44

De Vecchi – De Berti, Fava, Rigoli – Tillin, Katzer, Astorri, Fazio – Pacheco, Kuchen, Casetti.

Stag. 43

Ecco i giocatori che costituiranno l’undici titolare: De Vecchi – De Berti, Ybarra, Katzer, Rigoli – Tillin, Zīmels, Cantarini, Fazio – Pacheco, Kuchen.

Stag. 42

Siamo in grado di elencarvi la formazione in campo dal primo minuto: De Vecchi – De Berti, Brutti, Pavarotti – Convertino, Astorri, Zampella, Siekert, Platte – Pacheco, Casetti.

Stag. 41

In campo dal primo minuto: Lodadio – Sánchez, Katzer, Pavarotti – Zampella, Brusca, Siekert, Chisholm, Zīmels – Pacheco, Casetti.

Stag. 40

Siamo in grado di elencarvi la formazione in campo dal primo minuto: Abts – Periš, Zahler, Steenhout, Sánchez – Brusca, Escobar, Bijl, Thomet – Szentmiklósi [Mezzanotte], Pacheco.

STAGIONI 30-39

Stag. 39

Udiamo in questo momento lo speaker pronunciare la formazione: Abts – Periš, Steenhout, Sánchez – Zīmels, Bijl, Oyenhausen, Sacco, Ley – Pacheco, Mezzanotte.

Stag. 38

Udiamo in questo momento lo speaker pronunciare la formazione: Almeida Jr. – Sánchez, Adelman, De Camillis, Perosa – Sacco, Kaal, Biavia, Zīmels – Pacheco, Mezzanotte.

Stag. 37

Ecco i giocatori che costituiranno l’undici titolare: Penati – Kim, Landow, Pedersen – Casteels, Holmberg, Bijl, Obhart, Zjalić – Sborone, Pacheco.

Stag. 36

Ecco i giocatori che costituiranno l’undici titolare: Penati – Kim, Pedersen, Vichnar – Zjalić, Mogensen, Obhart, Bijl, Oliva – Sborone, Pacheco.

Stag. 35

Ecco i giocatori che costituiranno l’undici titolare: Hlavnička – Sacco, Zjalić, Kim – Moa, Boudin, Bijl, Tabacu, Tacconi – Pacheco, Valdivia.

Stag. 34

Ecco i giocatori che costituiranno l’undici titolare: Hlavnička – Zwikker, Bruns, Devecchi – Sacco, Menascì, Bijl, Tacconi – Kašpar [Taddeo], Pacheco, Sborone [Valdivia].

Stag. 33

Ecco i giocatori che costituiranno l’undici titolare: Clementi – Peltenburg, Bruns, Devecchi – Calkhoven, Scheppens, Bijl, Cabrero – Pacheco, Sborone, Valdivia.

Stag. 32

n campo dal primo minuto: Yarbrough – Atzeni, Saifulins, Salamone – Vežiavičius, Gardeniers, Bijl, Torsson – Pacheco, Cabaça, Sborone.

Stag. 31

Ecco i giocatori che costituiranno l’undici titolare: Yarbrough – Peltenburg, Saifulins, Bruns – Corsini, Cabrero, Røise, Vežiavičius – Pacheco, Cabaça, Yamakov [Gwinner].

Stag. 30

I giocatori di Palo si sono schierati in campo con un rigido 3-4-3. In campo dal primo minuto: Yarbrough – Salamone, Peltenburg, Bruns – Penders, Frezza, Cendra, Ladopoulos – Cabaça, Anello, Pacheco.

STAGIONI 27-29

Stag. 29

Siamo in grado di elencarvi la formazione in campo dal primo minuto: Yarbrough – Bruns, Atzeni, Raucci – van der Erf, Ladopoulos, D’Antonio, Frezza, Fazio – Beyer, Peixoto.

Stag. 28

Ecco i giocatori che costituiranno l’undici titolare: Garbicz – Guiducci, Bruns, Atzeni – Barzanti, Ostia, Ghisalberti, D’Antonio, Høyer – Beyer, Peixoto.

Stag. 27

Ecco i giocatori che costituiranno l’undici titolare: Tarterini – Fazio, D’Antonio, Guiducci, Prencipe – Verdone, Ostia, Frezza, Barzanti – Bagni, Schifano

 

 

0

Cresciuti in casa: riepilogo

Post in costante aggiornamento

Abbiamo iniziato, indicativamente all’inizio del 2014, ad allenare solo attaccanti cresciuti in casa. Ci sono due eccezioni: Benito Zeno, comprato comunque giovanissimo e tutto “fatto in casa” come ai tempi di Manuel Maria Pacheco, e il periodo Placido Stiletto (you know what I mean).

Con la recente liberazione di Pinciani, scattato a 13 in attacco, è ora di fare un riepilogo sui tanti attaccanti cresciuti in casa che si sono succeduti nei posti titolari.

La stragrande maggioranza dei pescati è andata sul mercato dopo pochi scatti: i diritti vari sulle loro carriere ci portano sempre un po’ di soldini utili per il mantenimento della squadra. Moltissimi di loro però erano o “non giovani” (magari 18enni accettabili), magari rimasti tanto in panchina ed allenati da riserve perchè tra i giovincelli non si riusciva a crescere neanche un simil-attaccante, magari perchè senza specialità, o semplicemente perchè c’era gente più forte su cui puntare.

Una carrellata di nomi in ordine cronologico inverso di addio, in cui probabilmente mancano alcuni che si sono “ritirati” dall’attività dopo la cessione, mentre altri hanno comunque avuto una breve fase come titolari nelle Coppe secondarie o in quelle principali negli anni di bassa categoria:

  • Damiano Defla
  • Alan Cucciniello
  • Giorgio Gisondi
  • Edgardo Caramazza
  • Alfonso De Calice
  • Alfredo Obhart
  • Vincenzo De Bortoli
  • Elia Predieri
  • Gianluca Recano
  • Premtor Dapi
  • Tiziano Dutto
  • Dario Anselmo
  • Roberto Montalti
  • Michele Mallegni
  • Paolo Mallus
  • Mario Toninelli
  • Filippo Liva
  • Damiano Patano
  • Danilo Cavedagna
  • Manuele Salvatore

 

Ma alcuni di questi pescati sono stati giocatori importanti.

Partiamo dalla fine: l’ultimo arrivato a fine ciclo.

  • Massimo Pinciani: 31 reti, promosso a 18 anni e venduto dopo praticamente due anni solari.
  • Gilberto Briscia, 10 reti, sebbene pescato a 17 anni, promosso titolare molto avanti negli anni e ceduto dopo 1 anno e mezzo. Esordisce con tripletta nella nuova squadra
  • Pasquale Voroli, 58 reti, uno dei titolari più importanti, pescato a 17 anni e ceduto dopo quasi due anni per 3M 263k
  • Giuseppe Bucciaglia, 24 reti, pescato a 17 anni e ceduto dopo meno di un anno
  • Paolo Calamandrei, 22 reti, pescato a 17 anni e ceduto dopo un anno e mezzo
  • Gianluigi Rughetti, 18 reti, pescato a 17 anni e ceduto dopo quasi due anni a quel ghei di Giglio Azteca
  • Luciano Pezzoni, una decina di reti, pescato a 17 anni e ceduto dopo un anno

 

 

 

0

Stagione 64

Un’altra stagione della nostra vita sprecata su HT se ne va.

Dopo la vittoria del girone di V alla stag. 61 ed un paio di stagioni di transizione, con un secondo posto strappato all’ultimo ed una salvezza con un tranquillo playout, si torna alla vittoria.

Come spesso succede, questi gironi di V tendono ad appiattirsi ed un paio di sconfitte di troppo ci costringono al playoff per salire di categoria, nonostante la vittoria del campionato anticipata alla giornata 13.

La vittoria arriva grazie soprattutto a Wunder Breme e Shades & Shadows che crollano più volte di seguito, e grazie ad un Benito Zeno e un Piero “non quello famoso” Battistutta che si prendono i primi due posti nella classifica marcatori, sintomo di un attacco che sforna 53 reti contro le 37 della seconda realizzatrice in classifica.

Troppe ombre a centrocampo però, ed eccoci qua ad un altro playoff.

Il presidentissimo sbotta che ormai ha dato la mazzetta al comune per avere i permessi per ingrandire lo stadio a 55.001 posti, con lavori comprensivi di opere pubbliche come nuovi distributori con piazzole per prostitute, circoli con pannello nascosti per bische clandestine, kebabbari per l’import export di “erbe” pregiate.

“Bisogna vincere, perdio, che qua sto fuori di diversi milioni con Gino o’cravattaro”.

Pigozzi, Ravenstein, Bertolissi, Battistutta, Belfiore, Zeno, Ucci, Bonvini, Pinciani e De Pasquale non vorrebbero essere nei panni di Degli Esposti. Non per l’infortunio di sabato scorso, ma per quello che sabato prossimo gli farà il presidentz se per colpa della sua assenza il playoff andrà male.

“Cura medievale per il tuo culo”.

0

Famo gara a chi non lo vince 13\61

Alla settimana 6 la squadra ha raggiunto Il Patriota in vetta alla classifica e da allora non abbiamo più mollato la presa.
Alla settima 10 Il Patriota, complice un passo falso, resta indietro di 3 punto.
Da quel momento inizia il delirio in campionato con la gara a chi non vuole vincerlo.

La settimana 11 doveva essere quella dell’allungo su Il Patriota, visto il calendario favorevole.
Sconfitta rovinosa per 4-1, e Il Patriota come da previsione non solo non vince ma addirittura perde in casa.
La settimana 12 doveva essere quella decisiva: vincere lo scontro diretto, vista la differenza reti, ci avrebbe dato la quasi matematica certezza della vittoria del campionato. Senza contare il vantaggio della partita casalinga e della doppia casalinga con la giornata 13.
Ed invece Il Patriota ci mette sotto 2-0 dopo 20 minuti e recuperiamo un 3-3 a meno di 10 minuti dalla fine.
Pareggio salvachiappe fondamentale visto alla settimana 13 roviniamo in casa con 2-4 molto più pesante di quello che sembra dal punteggio… ma Il Patriota perde la 3a partita in 4 giornate!

A questo punto la differenza reti ci tutela un pelo anche in caso di sconfitta non troppo netta alla giornata conclusiva… ma chi può dirlo?