Archive for November, 2012

0

Junior: Michelangelo Cavressi lascia lo Spes

Ha giocato 5 volte con i muletti, segnando anche una rete. Ma le qualità di Michelangelo Cavressi, a 17 anni compiuti da 51 giorni, non lasciano molte speranze di crescita e soprattutto non fanno presagire alcuna carriera tra i “pro”.
Dopo aver consultato i genitori, Giuseppe Verdolin ha deciso di concludere l’esperienza formativa con il ragazzo.

0

Junior: il 5-5-0 colpisce ancora

Evidentemente è uno schema che esalta gli attuali componenti la rosa dello Spes Mulignano Junior: il 5-5-0 proposto anche oggi da Giuseppe Verdolin consente una nuova vittoria ai “muletti”, sempre contro i turchi del J-Atata1907, ma questa volta in casa e con un largo 4-1.
Subito interessante la prova di Ernesto Pepeverde, che al debutto diventa già accettabile in difesa. Le marcature sono firmate da Cucchiarini su punizione, Boccadoro e Mesiti (doppietta).

0

Arriba Mexico: lo Spes vince e vuole tornare

Bellissima esperienza messicana, per lo Spes Mulignano, che gioca un’amichevole a Città del Messico davanti a ben 2.804 spettatori, la vince e si accorda per tornare la prossima settimana nel Paese centroamericano, seppure nella regione di Jalisco.
Questa notte, alle 2, i biancomalva si sono imposti 1-2 sul terreno di una formazione di III Serie, il Nixes Club, approfittando del dominio a centrocampo. Le reti sono giunte al 33′ su incornata di Boschetti ed all’81’ con una magistrale punizione di Cârstea.
Nel finale, infortunio a Fabricatore. È lieve, ma a 35 anni d’età ogni problema fisico può rivelarsi “fatale” per la carriera. “Insoliti” ultimi sei minuti da portiere per Stefano Trebbiani.

0

Barroso “risorge”: «Domani torno in campo»

Paulo Jorge Barroso l’aveva promesso: tornerò a calcare un campo da gioco. Diverse settimane dopo l’infortunio subito, domani – seppure acciaccato – tornerà in rosa anche come giocatore: «Ho voglia di rimettermi gli scarpini. Non ho più fiato ma un minutino nell’amichevole in Messico me lo concederò», ha annunciato ai cronisti.

0

Sigismondo Durzu imparerà il danese

Mai lo Spes Mulignano l’ha schierato titolare. E un po’, Sigismondo Durzu, c’è rimasto male. Per lui, ben 24 amichevoli ma mai la gioia di una gara ufficiale.
Però è cresciuto: da giocatore da 1.000 euro è diventato un ottimo attaccante veloce, formidabile sia in fase realizzativa che di rifinitura. Ed è stato acquistato per 442.000 euro dal Aggiungi Troooterne, iscritto alla VI Serie in Danimarca.
Quello di Durzu, 20 anni, era un sacrificio preventivato. Lo Spes punta sui suoi giovani (ora le prime alternative al tridente d’attacco sono Cuzzo e Calboni) e aveva bisogno di fare cassa per riportare in positivo il bilancio.

0

3ª Città di Mulignano: eliminati gli amici di Cannes

Lo Spes Mulignano compie il suo dovere con lealtà, giocando al massimo anche la partita contro gli amici della Squadra de Cannes: il 4-1 elimina però i francesi dal torneo, consentendo ai tedeschi del TuS Altenberge 09, già piegati dai “muli” nel girone per 6-3, di accedere alla finale di lunedì prossimo.
Contro i transalpini, il 2-5-3 biancomalva ha dominato, trovando la rete due volte con Nizzoli e una con Puz e Parkes su rigore. Nel finale, rete della bandiera di Iturbe.
Nell’altro match, il TuS Altenberge 09 ha liquidato 6-0 The Golden Ratio FC.

0

Narváez in Cile, Giusto in Slovacchia

Sfoltire la rosa è sempre un’operazione dolorosa, soprattutto quando se ne vanno giocatori molto amati. È il caso di oggi, con le cessioni del difensore messicano Juan Carlos Narváez e del centrocampista Paolo Giusto.
La partenza del primo ha creato qualche malumore nello spogliatoio, che ha un pochino incrinato l’ambiente dopo il bellissimo successo in terra di Puglia. Ma l’ingaggio di Henoch Malveira e le tremende condizioni di forma di Narváez, reduce da due infortuni, hanno giustificato la scelta: tanto più che il Wilson Fc, neonata formazione cilena di VII Serie (subito supporter), l’ha pagato una cifra considerevole, 91.000 euro, che ripagano gran parte dell’investimento compiuto dai biancomalva (114.000 euro) tra la stagione 48 e la stagione 49.
In un campionato e mezzo, Juan Carlos Narváez ha totalizzato 15 presenze in campionato (con 2 gol) e 2 in Coppa Italia.
Numeri simili, anche se spalmati in cinque stagioni (a partire dal finale della 47) per Paolo Giusto: 16 presenze ufficiali con 3 reti. Era stato comprato per una cifra piuttosto alta per l’epoca, 60.000 euro, ma oggi lo Spes ne ha ricavati – abbastanza a sorpresa – ancora 5.000, pagati dal FK Spartak Bánovce, formazione slovacca di VI Serie.
Giusto era diventato, ormai da tempo, un rincalzo da amichevole. Ma, a quasi 34 anni, aveva ancora voglia di giocare.

0

8ª giornata: contropiede magistrale, Rotterham ancora battuto

«Ok, non voglio fare il finto modesto. Questa volta ho azzeccato la tattica giusta. Però i ragazzi sono stati bravissimi ad applicarla». Paulo Jorge Barroso si lascia sfuggire una frase di autocompiacimento, ma poi vuole subito condividere con i suoi “muli” il merito della vittoria in terra di Puglia: 1-3, in casa del Rotterham FC. Un’impresa difficile da pronosticare alla vigilia, vista la forza del centrocampo avversario: «L’unica era colpire il Rotterham rivolgendogli contro la sua stessa arma. Gran difesa e contropiede plasmato nel modo giusto. Ci è andata bene».
Barroso ha imposto il suo volere tattico prendendo anche delle decisioni difficili: panchina per i centrocampisti Siena e Fasoli, nonostante la forma altissima; fuori anche Fasani, perché un trequartista non era utile; debutto nel tridente d’attacco del 18enne Angelo Calboni, un ragazzo cresciuto in casa eppure già in grado di destreggiarsi a questi livelli.
Il 5-2-3 prevedeva l’arretramento di Burke sulla linea difensiva, insieme a Parkes, Soldi, Caldeira e il neo-arrivato Malveira; Cuzzo sull’ala opposta a Nizzoli; Puz e Fellini a fianco del già citato Calboni. Rotterham con la formazione attesa: dominatrice a centrocampo ma un po’ prevedibile.
Lo Spes si è portato in vantaggio al 18′: angolo perfetto di Parkes e incornata di Nizzoli. Il Rotterham, però, passa alla mezz’ora: è il vecchio (38enne!) centrattacco Berthelsen a superare centralmente la pur munita difesa biancomalva. Sarà l’unica sbavatura del reparto, che si fa subito perdonare lanciando il primo contropiede della giornata: lo finalizza Puz al 31′.
Il 2-1 non è un punteggio rassicurante, anche perché Sarlej sfiora il pari prima dell’intervallo. In avvio di ripresa ci prova anche Ruiz, ma al 50′ lo Spes colpisce ancora di rimessa, questa volta con Fellini. È un colpo mortifero: la diga biancomalva non concede più nulla e i tre punti prendono la strada di Mulignano.
«Stupendo esordire così», dice un Calboni quasi in lacrime. «Non me l’aspettavo, dopo che la scorsa settimana non mi sono neppure allenato in attacco. Devo ringraziare Durzu, che sicuramente meritava più di me l’opportunità. Tuttavia ha chiesto di essere ceduto e questo mi ha liberato il posto, inatteso, al centro dell’attacco».

La giornata in Serie VIII.111: Fatica a lungo, ma poi dilaga nel finale la capolista AC Stoppati in casa del Mens Kiana. Il vantaggio arriva solo all’84’, ma gli ospiti hanno dominato il derby e la vittoria (1-3) non fa una grinza. Segna Capizzi, poi vanno in rete Fagerberg e Verdolin, dopo il provvisorio pareggio di González Sepúlveda. L’attaccante belga di origine sudamericana del Mens Kiana si fa male nel finale: starà fuori tre settimane.
Il Real Valsugana batte l’U.S.D. Altarese e la scavalca in classifica. Match interessante, tra due squadre che schierano una difesa centrale solida e un buon attacco (specie i liguri), a discapito del centrocampo. Primo tempo a reti bianche. L’equilibrio è spezzato solo al 67′ da un rigore di Varaldi. Da quel momento è un monologo Real, tra errori, falli e gol: segnano Espie su corner e ancora Varaldi su punizione. Rete della bandiera di Pérez con un bel diagonale.
L’Albinia risorge a Misterbianco, ma lo fa schierando una formazione di amatori. I siciliani impazzano fino all’8-0: tripletta della punta argentina Javier Ríos, doppiette del terzino William Brodolini e dell’attaccante di riserva Mario Visco, rete del titolare Eugenio Vitiello.

Classifica: AC Stoppati 19; Spes Mulignano 18; Real Valsugana 16; U.S.D. Altarese 15; Rotterham Fc 10; Mens Kiana 8; Misterbianco 7; US Albinia 0.

Marcatori: Fermo a 8 Matteo Peron (Stoppati), Gian Maria Fellini (Spes) aggancia a 6 il compagno Alex Fasoli. 5 reti per Andrea Barbagalli (Real Valsugana), Stefano Verdolin (Stoppati) e Dryden Parkes (Spes).

0

Junior: Pepeverde non è poi così male

I puristi storceranno il naso: il perché un 17enne possa essere considerato un elemento su cui investire nelle giovanili è poco comprensibile. Eppure Ernesto Pepeverde, ingaggiato dallo Spes su segnalazione di Leo Lauriola, potrebbe diventarlo, qualora avesse una specialità decente da accompagnare alle sue discrete doti difensive.
Quello che – secondo gli studi dei tecnici giovanili – ce la dovrebbe avere senz’altro, è Luca Monilia: un buon regista potente (in futuro accettabile). Ottimo abbinamento con un altro mediano potente, Enzo Cucchiarini, che potrebbe addirittura diventare buono.

0

Junior: “muletti” accortissimi in Turchia

Grande concentrazione, per i “muletti”, nel match di stamane in Turchia: in casa del J–Atata1907, lo Spes Mulignano Junior s’impone 0-3.
Verdolin vuole una squadra chiusa, in 5-5-0, per allenare difesa e passaggi lunghi. Buona l’applicazione dei ragazzi, che la spuntano segnando con Ayroldi, Boccadoro e Ciccillo.