Inatteso trionfo, inattesi protagonisti

La prima partita ufficiale della storia dello Spes Mulignano – che già di per sé sarebbe stata un evento da ricordare – resterà scolpita nella mente dei 759 tifosi che hanno avuto la ventura di assistervi (oltre che dei quattordici ragazzi in biancomalva che l’hanno giocata).
Allo Stadio comunale “Di Cristofano”, infatti, lo Spes ha travolto con un inequivocabile 5-0 i toscani dell’Atletico Lasonil, superando il primo turno di Coppa Italia VIII Serie. Un risultato inatteso, quantomeno in queste proporzioni, così come inattesi sono stati i principali protagonisti: Riccardo Poggiolesi, autore delle prime due reti, ed Ettore Roncoroni, che ha firmato la terza e la quinta. In rete anche Michele Capretti.
Rocco Vermiglio ha schierato inizialmente un 3-5-2 molto equilibrato: Longone in porta (nonostante Bizzocchi, secondo molti, dia al momento più garanzie); Roncoroni, Guglieri e Stagnano in difesa; Bernardelli, Righetto e Aloisi in mediana; Capretti e Poggiolesi sulle ali; Vallefuoco e l’ivoriano Guiro di punta.
Vallefuoco, che si sente il leader del team, ha subito portato la minaccia nell’area avversaria, ma è stato Poggiolesi – al 27′ – a trovare il giusto spiraglio, partendo dalla sua fascia sinistra, per una rete storica. Galvanizzato, ha poi trovato il raddoppio al 33′, con un tiro di controbalzo.
L’Atletico Lasonil, già nettamente in difficoltà, si è trovato con l’uomo in meno a partire dal 35′, per l’espulsione (doppia ammonizione) all’attaccante Tona.
Nella ripresa non c’è più stata partita. Curioso il fatto che, quando – per due volte – si trattato di calciare un rigore, l’allenatore Vermiglio non abbia dato indicazioni: l’incarico, un po’ per caso, l’ha preso il terzino Roncoroni, che ha segnato in entrambi i casi. In mezzo, il bel gol di Capretti.
Nel finale, passerella anche per Panigo, Monduzzi e Stilla.
«Qualcuno mi rimprovera, a posteriori, di aver dato troppa importanza a questa partita – ha commentato Rocco Vermiglio -. Personalmente, confermerei la mia scelta. Vincere la prima ci aiuta a guardare con ottimismo al futuro».
Il secondo turno sarà già proibitivo (i lucani dello Yo Gang sono squadra esperta, nata nella stagione 64 e appena retrocessa dalla VII Serie), ma intanto i biancomalva ci sono arrivati.

About marco_pinavelli